Schianto fatale sull’A20 Messina-Palermo: perde la vita un operaio di 43 anni

È morto un 43enne coinvolto in un terribile incidente avvenuto sabato sera sulla A20 Messina-Palermo. L’operaio si è spento al Policlinico di Messina, dove era stato ricoverato per la gravità delle sue condizioni.

Le condizioni dell’operaio subito gravissime

Tra sabato e domenica l’uomo, di origine albanese, era stato operato ad una gamba all’ospedale universitario, dove era arrivato in elisoccorso. L’arto è stato amputato ma il suo quadro clinico era molto compromesso ed è spirato la notte scorsa.

L’impatto è avvenuto al km 109 della corsia direzione Messina, all’altezza di Aquedolci. Il furgone con a bordo l’operaio è entrato in collisione con un carro attrezzi ai margini della carreggiata. Ad avere la peggio è stato l’operaio, che viaggiava nel vano posteriore del furgone, condotto dal titolare, un piccolo imprenditore della zona nebroidea. Solo lievi conseguenze per i conducenti dei due mezzi. La Polizia Stradale è ora a lavoro per ricostruire le cause e la dinamica dell’impatto.

Questa mattina un altro grasissimo schianto

Questa mattina un nuovo incidente gravassimo, questa volta lungo la provinciale 7 Comiso Chiaramonte, all’altezza del chilometro 1,400. Il sinistro ha coinvolto sei persone tra cui due bambini. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme, divampate da uno dei due mezzi in seguito all’impatto. Si contano cinque persone ferite e trasportate all’ospedale di Vittoria, mentre un’altra ha rifiutato le cure ospedaliere. Sull’accaduto indaga la polizia locale di Comiso.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale