Mafia, sequestro da 6 milioni a Palermo: colpita la famiglia di Santa Rosalia

di Redazione Web
lettura in 3 minuti
Mafia, sequestro da 6 milioni a Palermo: colpita la famiglia di Santa Rosalia

Palermo – Un duro colpo è stato inferto oggi alla mafia palermitana. La Guardia di Finanza, su ordine della Procura della Repubblica, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per un valore complessivo di oltre 6 milioni di euro nei confronti di 8 persone ritenute appartenenti alla famiglia mafiosa di Santa Rosalia, storico quartiere della città.

Le indagini che hanno portato all’operazione, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia e condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria delle Fiamme Gialle, hanno permesso di ricostruire le fitte trame criminali che la famiglia di Cosa Nostra esercitava sul territorio. Un controllo capillare su ogni attività economica, dal commercio ambulante al mercato immobiliare, passando per forniture e servizi.

Gli inquirenti hanno documentato l’imposizione del pizzo sui venditori di pane, il monopolio sulla vendita di fiori presso i cimiteri, le autorizzazioni pilotate per l’apertura di nuove attività, le pressioni per concludere affari immobiliari. Una rete tentacolare che aveva assunto posizioni dominanti in aziende di costruzioni e movimento terra.

Ma non solo. Le intercettazioni avrebbero provato anche un fiorente traffico di cocaina gestito da uno dei boss, che si riforniva in Calabria per rivendere la droga nel palermitano e nel trapanese. Insomma, un controllo a 360 gradi sul business legale e illegale.

Grazie a un certosino lavoro di analisi finanziaria, confrontando banche dati e informazioni patrimoniali, gli inquirenti sono riusciti a dimostrare che in realtà gli indagati non avevano redditi leciti compatibili con il tenore di vita. Un chiaro indice della provenienza illecita del loro patrimonio.

Il Tribunale di Palermo ha così disposto il maxi sequestro che colpisce proprietà immobiliari, aziende e veicoli. Tra i beni requisiti ci sono abitazioni di pregio, magazzini, un terreno, imprese di vari settori economici tra cui commercio auto, edilizia, trasporti, alimentari.

Un duro colpo inferto alla mafia di Santa Rosalia, che aveva stretto in una morsa soffocante un intero quartiere, dettando legge su ogni aspetto della vita economica e sociale. Questa operazione conferma l’efficacia della strategia di aggressione ai patrimoni illeciti portata avanti dalla Procura di Palermo e dalla Guardia di Finanza. Privare le cosche delle ricchezze accumulate è una strada imprescindibile per debellare Cosa Nostra.

Commenta