Tragedia nel Palermitano, travolti da un treno: un giovane morto e uno gravissimo

Tragedia a Cerda, in provincia di Palermo, dove due minorenni sono stati travolti da un treno mentre fuggivano da una comunità. Uno è morto, l'altro è grave
di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Tragedia a Cerda, nel Palermitano, dove due minorenni sono stati travolti da un treno mentre fuggivano da una comunità. Uno è morto mentre l’altro è in condizioni disperate, ricoverato in ospedale.

In particolare, uno di loro, un ragazzo eritreo di 16 anni, è morto sul colpo. L’altro, un coetaneo del Sudan, è rimasto ferito ed è ricoverato in gravi condizioni. I due giovani erano arrivati lo stesso giorno, il 24 novembre, a Lampedusa dopo aver affrontato la traversata del Mediterraneo. Trasferiti in una comunità per minorenni a Montevago, nell’Agrigentino, quel giorno avevano deciso di fuggire insieme ad un terzo ragazzo.

I tre erano saliti su un treno diretto a Cefalù, ma erano scesi per errore alla stazione di Cerda, nel Palermitano. Resisi conto dell’equivoco, si erano divisi: due di loro avevano deciso di proseguire a piedi lungo i binari, il terzo era salito su un autobus. Ed è proprio mentre i due minorenni camminavano su quei binari che il treno li ha travolti, uccidendo sul colpo il sedicenne eritreo.

Solo oggi, a distanza di oltre un mese, la tragica vicenda è venuta alla luce. Le indagini sono condotte dalla Polizia ferroviaria e dalla Procura per i minorenni di Palermo, guidata da Claudia Caramanna. Restano ancora molti punti da chiarire su quanto accaduto il 24 novembre scorso.

Commenta