L’urologia del Giglio ai vertici in Sicilia: primato nel trattamento tumore prostata

di Redazione Web
lettura in 3 minuti
L'urologia del Giglio ai vertici in Sicilia: primato nel trattamento tumore prostata

Cefalù – Per il quarto anno consecutivo, l’unità operativa complessa di urologia della Fondazione Giglio di Cefalù si conferma ai vertici in Sicilia per il numero e la qualità degli interventi di prostatectomia radicale, la tecnica mininvasiva con robot Da Vinci per la cura del cancro alla prostata. A certificarlo è il nuovo report del programma nazionale esiti di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali che monitora la qualità delle cure in Italia.

Nel 2022, sono stati 136 gli interventi di prostatectomia radicale effettuati al Giglio, un risultato che posiziona ancora una volta il centro siciliano tra quelli con il più alto volume di attività e qualità delle cure nell’Isola. “Un risultato straordinario – commenta il presidente Giovanni Albano – raggiunto dalla nostra equipe di urologia, che conferma l’eccellenza delle cure erogate. Oggi siamo anche impegnati nel trasferire questo modello di sanità e il know-how acquisito ad altre strutture”.

Dei 136 interventi, il 98% è stato eseguito col robot Da Vinci, una tecnica all’avanguardia che, come spiega il direttore dell’Urologia Francesco Curto, “consente di ottenere ottimi risultati con minori perdite ematiche, una breve ospedalizzazione e una rapida ripresa della continenza urinaria e della funzione sessuale”.

Anche la qualità delle cure è confermata dai dati Agenas: la riammissione in ospedale a 30 giorni dall’intervento è molto bassa, pari al 3,8%. Numeri che testimoniano le competenze dell’equipe urologica del Giglio, composta da 8 medici e coordinata dall’infermiera Daniela Pilato.

Ma l’urologia del Giglio primeggia in Sicilia anche per gli interventi sui tumori maligni di rene e vescica: 79 gli interventi di nefrectomia per cancro al rene nel 2022, con soli 3 casi di mortalità a 30 giorni. Mentre sono 27 le cistectomie radicali per cancro alla vescica, tecnica per cui il Giglio è l’unico centro nell’Isola ad aver attivato il programma robotico.

“Questi risultati – conclude Curto – ci ripagano dell’impegno per garantire le migliori cure ai nostri pazienti, in linea con gli standard nazionali”. L’urologia del Giglio si conferma così un’eccellenza sanitaria del territorio siciliano.

Commenta