Scoperto spacciatore allo Zen: scatta l’arresto di un 30enne palermitano

L'arresto di un 30enne palermitano accusato di detenzione e spaccio di droga, avvenuto durante un controllo nel quartiere Zen

I Carabinieri della Compagnia San Lorenzo hanno arrestato un 30enne, palermitano, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. In particolare, i militari della Stazione di San Filippo Neri, impegnati in un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa allo “Zen”, hanno colto in flagranza lo spacciatore mentre stava cedendo la sostanza stupefacente ad un acquirente.

L’uomo infatti, è stato sorpreso intento a recuperare la dose nascosta sotto una mattonella, ricevendone in cambio il denaro; immediato è scattato il controllo degli uomini dell’Arma che sono quindi intervenuti bloccando sia il pusher che il cliente. La perquisizione ha consentito di rinvenire oltre 50 dosi di hashish più diversi involucri contenenti marjuana già suddivisi e destinati alla vendita al dettaglio, nonché 100 euro in banconote di vario taglio, ritenuti provento dell’attività illecita.

Il compratore è stato segnalato quale assuntore alla locale Prefettura. La droga è stata sequestrata e verrà trasmessa al competente Laboratorio di Analisi per le Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Palermo. L’uomo, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. L’arresto è stato convalidato e il Giudice per le Indagini Preliminari ha disposto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale