Perseguita il nuovo fidanzato dell’ex compagna: arrestato a Bagheria

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Perseguita il nuovo fidanzato dell'ex compagna: arrestato a Bagheria

I Carabinieri della Stazione di Bagheria hanno arrestato un 27enne bagherese nei confronti del quale il Giudice per le Indaghi Preliminari, su richiesta della Procura presso il Tribunale di Termini Imerese, ha disposto gli arresti domiciliari per il reato di atti persecutori che il giovane avrebbe commesso nei confronti del nuovo fidanzato dell’ex convivente.

In città, i Carabinieri della Stazione Palermo Villagrazia hanno arrestato un 40enne, già colpito dal “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa”, che avrebbe violato le prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria di Palermo. Per l’uomo, indagato per maltrattamenti in famiglia, il Giudice per Indagini Preliminari ha disposto gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico, accogliendo la richiesta di aggravamento della misura cautelare avanzata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo.

Vicende come queste evidenziano la necessità che le vittime nutrano fiducia nelle Istituzioni e denuncino alle Forze di Polizia le violenze subite. Occorre non restare in silenzio, ma chiedere aiuto.

La Rete Antiviolenza del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo è composta da militari specializzati, capillarmente diffusi nul territorio del capoluogo e della provincia.

Le donne e gli uomini che ne fanno parte sono dotati di una personale sensibilità e hanno frequentato specifici corsi di formazione presso l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative dell’Arma dei Carabinieri. La “Rete” ha a disposizione 5 “stanze di ascolto protetto”, ubicate presso la caserma “G. Carini” sede del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, presso la Stazione di Palermo Oreto, il Reparto Territoriale di Termini Imerese e le Compagnie di Cefalù e di Monreale.

Commenta