Francesco Di Gregorio, il papà morto per salvare la figlia in mare: “Una persona buona”

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Francesco Di Gregorio, il papà morto per salvare la figlia in mare: "Una persona buona"

Una tragedia improvvisa ha strappato alla vita Francesco Di Gregorio, un padre di 54 anni che non ha esitato a sacrificarsi per salvare la figlia dalle onde del mare in burrasca. È accaduto ieri pomeriggio, quello che doveva essere un momento di svago in famiglia si è trasformato in un dramma.

La ricostruzione del dramma in mare

La figlia ventenne stava facendo il bagno quando è stata sorpresa da una forte corrente. Il papà non ci ha pensato due volte: si è tuffato tra i flutti pur di trarla in salvo. Nonostante la fatica e le difficoltà dovute al mare agitato, è riuscito a riportare la ragazza a riva sana e salva. Ma per lui è stato fatale. Stremato dallo sforzo, l’uomo ha avuto un malore e la corsa dei soccorsi si è rivelata vana. I medici giunti sul posto non hanno potuto fare nulla per rianimarlo. Si è spento così, da eroe, per amore della sua bambina. Un gesto estremo dettato da quel profondo istinto di protezione che contraddistingue ogni genitore.

Il dolore di chi lo conosceva: “Papà coraggioso”

Grande il dolore tra familiari e amici per la perdita di quest’anima nobile. “Una persona generosa a prescindere”, scrive un amico sui social. Un uomo buono, che ha dedicato tutto se stesso alla sua famiglia. Un padre pronto a immolarsi pur di non vedere la propria figlia in pericolo.

Tanti i messaggi di cordoglio apparsi sui social da parte di amici e conoscenti del padre “eroe”. “Ho avuto modo di conoscerlo. Una persona generosa a prescindere, R.I.P. Francesco”, scrive Luigi su Facebook. “L’amore di un genitore non ha limiti”, commenta Francesco. “Oggi ci lascia una persona buona e per bene… riposa in pace, Ciccio”, scrive Marco.

Commenta