Palermo, la malattia incurabile: addio alla poliziotta Angela Marinelli

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Palermo, la malattia incurabile: addio alla poliziotta Angela Marinelli

Lutto alla Polizia Stradale di Palermo, che piange la scomparsa dell’agente Angela Marinelli, deceduta prematuramente a soli 56 anni dopo aver lottato contro una malattia incurabile.

In servizio presso la sala operativa del compartimento Polstrada di Palermo, la donna era conosciuta e benvoluta da tutti i colleghi, che oggi la ricordano commossi per la grande dedizione con cui ha sempre svolto il suo lavoro.

La sua voce era inconfondibile per chiunque avesse avuto modo di sentirla al telefono: dalla centrale operativa, la poliziotta coordinava il traffico sulle principali arterie siciliane, dall’autostrada Palermo-Catania alla Palermo-Mazara del Vallo, dalla Palermo-Agrigento alla Palermo-Sciacca. Un compito delicato, che Angela Marinelli ha sempre assolto con estrema professionalità.

Originaria di Palermo, l’agente lascia un vuoto incolmabile tra le fila della Polstrada: proprio nella caserma di via Paolo Balsamo, in queste ore, colleghi ed amici si stringono attorno ai familiari, anch’essi sconvolti da una perdita tanto improvvisa quanto prematura.

Sui social network, intanto, sono centinaia i messaggi di cordoglio e di affetto per la poliziotta scomparsa: “Una preghiera per la mia cara Angela, siamo tutti scioccati”, scrive Rossella. “Non avrei mai pensato di doverti dire addio così presto, non ti dimenticherò”, è invece il ricordo commosso di Mariella.

Parole che testimoniano lo sgomento di una comunità intera per la perdita di una persona stimata, oltre che di una professionista esemplare. I funerali si terranno lunedì 9 ottobre alle 8.30 presso la chiesa di Santa Maria Mediatrice, a Palermo. Sarà l’ultimo saluto a una donna che ha dedicato la sua vita al lavoro in Polizia con impegno, serietà e profondo senso del dovere. Un modello di dedizione che non verrà dimenticato da chi ha avuto la fortuna di conoscerla.

Commenta