Schianto in autostrada uccide il giovane imprenditore siciliano Salvatore Barone

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Schianto in autostrada uccide il giovane imprenditore siciliano Salvatore Barone

Un terribile incidente stradale ha spezzato la vita di Salvatore Barone, stimato imprenditore di 47 anni originario di Modica, in Sicilia. I fatti sono avvenuti nel weekend sull’autostrada A1, nel tratto tra Incisa e Firenze. Secondo quanto ricostruito, un minibus Mercedes guidato da un 73enne di Prato ha improvvisamente scavalcato il guardrail, invadendo la corsia opposta e scontrandosi frontalmente con l’auto su cui viaggiava Barone.

L’impatto è stato devastante e per Salvatore non c’è stato nulla da fare, è deceduto praticamente sul colpo. Feriti in modo serio gli altri due passeggeri a bordo del furgone, trasportati d’urgenza in elicottero presso gli ospedali fiorentini. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarre i corpi dalle lamiere contorte delle vetture. Le cause dell’uscita di strada autonoma del minibus sono al vaglio della polstrada, anche se una prima ipotesi parla di eccesso di velocità.

La notizia ha sconvolto l’intera comunità di Modica, dove Salvatore Barone era molto conosciuto. Fondatore di una società leader nella realizzazione di piscine per privati, l’imprenditore era un punto di riferimento per il settore.

Numerosi i messaggi di cordoglio apparsi sui social, tra cui quello di un amico che lo ricorda come una persona dedita al lavoro, ma anche appassionata di vita. “Non è giusto morire così a soli 47 anni” – scrive – “per colpa di una fatalità. Un grande abbraccio ai suoi cari”. La città siciliana piange la scomparsa prematura di un figlio modello, che con la sua attività aveva portato lustro al territorio.

Commenta