Bimbo perde i sensi alle giostre e si accascia, i Carabinieri lo salvano

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Momenti di paura a Trabia, in provincia di Palermo, dove un bambino di 5 anni ha perso i sensi mentre si trovava alle giostre durante i festeggiamenti per la ricorrenza del SS Crocifisso. Il piccolo si è improvvisamente accasciato a terra, facendo temere il peggio alla madre e alle persone presenti.

Determinante è stato l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Termini Imerese, che si trovavano sul posto per garantire l’ordine pubblico durante i festeggiamenti. I militari, accortisi del capannello di persone che si era formato, sono prontamente intervenuti rendendosi conto della gravità della situazione.

Uno di loro ha immediatamente preso in braccio il bambino, privo di sensi, e ha iniziato a praticargli le manovre di primo soccorso, per le quali l’Arma provvede ad una specifica formazione. Contemporaneamente, è stato allertato il 118 per l’invio di un’ambulanza.

Per guadagnare minuti preziosi, i Carabinieri hanno organizzato il trasporto del piccolo e della madre all’ospedale di Termini Imerese a bordo di un’auto messa a disposizione da un cittadino presente. Il mezzo è stato scortato dalla gazzella dell’Arma, che a sirene spiegate si è fatta strada nel traffico del sabato sera.

Giunto al pronto soccorso, il bambino è stato preso in cura dai medici che, dopo gli accertamenti, lo hanno trasferito all’Ospedale dei Bambini di Palermo per precauzione e per scongiurare definitivamente ogni pericolo.

Grande apprensione tra i presenti per quanto accaduto, che fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze grazie al pronto intervento dei Carabinieri. I militari, con professionalità e sangue freddo, hanno gestito la situazione garantendo il soccorso tempestivo al piccolo, provato ma fuori pericolo.

Una serata di festa che stava per tramutarsi in tragedia e che invece, grazie alla preparazione e al senso del dovere dimostrato dai Carabinieri, si è conclusa con un sospiro di sollievo. L’Arma si conferma un presidio fondamentale per la sicurezza dei cittadini.

Commenta