Giovane siciliano in vacanza trova portafogli con 5.000 euro e lo restituisce

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Giovane siciliano in vacanza trova portafogli con 5.000 euro e lo restituisce

Un nobile gesto di onestà è stato compiuto da Gabriele, un diciottenne catanese, durante una recente vacanza a Malta con alcuni amici. Il ragazzo ha infatti trovato per caso un portafoglio contenente la considerevole somma di 5.000 euro e, senza pensarci due volte, lo ha immediatamente consegnato alla polizia locale nella speranza di rintracciarne il legittimo proprietario.

Il ritrovamento del portafoglio con 5.000 euro

Come raccontato da La Sicilia, l’episodio è avvenuto la notte del 12 agosto scorso, mentre Gabriele e i suoi amici erano in fila fuori da un locale di St Julian’s. Il giovane ha improvvisamente notato a terra un portafoglio e, raccolto, ha subito realizzato che conteneva una grossa quantità di denaro.

La consegna alla polizia e il rintraccio del proprietario

Invece di approfittarne per sé, il diciottenne si è recato al più vicino posto di polizia di Malta e ha sporto regolare denuncia di ritrovamento, consegnando il portafoglio agli agenti. Poche ore dopo, grazie alle sue generalità contenute nei documenti, la polizia è riuscita a rintracciare il legittimo proprietario, un coetaneo napoletano che era incredibilmente grato per l’insperato ritrovamento.

L’incontro tra Gabriele e il proprietario per ringraziarlo

I due ragazzi si sono poi incontrati per un drink offerto dal proprietario del portafoglio, come gesto di ringraziamento per l’insperata onestà dimostrata da Gabriele. Il giovane siciliano, che conserva copia della denuncia come ricordo, è molto fiero del suo nobile gesto, che può essere d’esempio in un mondo dove purtroppo sono sempre più rari simili atti di altruismo.

L’orgoglio della madre e l’esempio per le nuove generazioni

La madre Antonietta ha voluto raccontare l’episodio, sottolineando con orgoglio l’integrità del figlio e dei suoi amici: “Credo che questo potrebbe essere da esempio, spero che si venga premiati per le buone azioni verso il prossimo”. Un piccolo ma significativo segnale di speranza per le nuove generazioni e per la diffusione di quei valori positivi che sembrano dimenticati.

Commenta