Tragedia ad Alcamo: vola dal terzo piano e muore a 50 anni

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Un terribile incidente domestico è costato la vita ad Aldo Ferrara, 50enne autista residente ad Alcamo. L’uomo, sposato e padre di un figlio di 12 anni, è tragicamente precipitato dal terzo piano di un palazzo in via Madonna del Riposo, perdendo la vita sul colpo.

Secondo una prima ricostruzione, Ferrara stava tentando di riparare il condizionatore d’aria del suo appartamento, forse bloccatosi a causa del violento temporale che aveva colpito Alcamo poche ore prima. Per raggiungere il condizionatore, l’uomo aveva poggiato una scala sul balcone, ma un tragico inciampo o un malore improvviso lo hanno fatto precipitare nel vuoto per circa 10 metri.

I passanti che hanno assistito alla scena hanno subito capito la gravità dell’accaduto. Nonostante l’intervento immediato dei soccorsi, per il 50enne non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate nell’impatto con l’asfalto. I sanitari hanno potuto solo constatarne il decesso.

La tragica notizia si è rapidamente diffusa in città, gettando nello sconforto i familiari ed i tanti che conoscevano Aldo Ferrara. L’uomo era molto stimato per il suo lavoro di autista, svolto con passione nelle tratte verso Palermo e Trapani. I passeggeri che ogni giorno prendevano i suoi mezzi lo descrivono come una persona cordiale e disponibile.

La morte di Aldo Ferrara lascia un vuoto incolmabile tra i suoi cari, a partire dalla moglie casalinga e dal figlio dodicenne. L’intera comunità di Alcamo si è stretta intorno al dolore della famiglia, sconvolta da una tragedia inspiegabile che ha strappato un uomo alla vita nel pieno del suo operato. Ferrara era molto conosciuto nella provincia di Trapani e di Palermo per il suo lavoro: in tantissimi lo trovavano ogni mattina alla guida del pullman che li conduceva a destinazione. I suoi passeggeri lo ricordano come un “compagno di viaggio”, un volto amico che teneva compagnia durante il tragitto quotidiano verso il lavoro.

Commenta