Scoppia rissa tra donne in vacanza in Sicilia: una ferita grave

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Momenti di terrore in una villa di Riposto, dove due donne russe in vacanza sono venute alle mani, con un bilancio di un ferito grave che rischia di perdere l’uso delle braccia.

I carabinieri della compagnia di Giarre sono intervenuti nell’abitazione dove le due connazionali, di 53 e 70 anni, stavano trascorrendo il loro primo giorno di vacanza. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la lite sarebbe scoppiata per futili motivi. Ad avere la peggio è stata la 70enne, residente in Finlandia, colpita in modo violento dalla più giovane 53enne. Quest’ultima, in preda alla rabbia, avrebbe infatti afferrato un calice in vetro e lo avrebbe rotto sul tavolo, utilizzandone poi i cocci taglienti come arma impropria.

La vittima è stata raggiunta da diversi fendenti agli avambracci, che le hanno reciso i tendini. Una scena scioccante, con la donna sanguinante che è stata immediatamente soccorsa e trasportata d’urgenza all’ospedale Cannizzaro di Catania. Qui i medici l’hanno sottoposta ad un delicato intervento chirurgico di ricostruzione dei tendini, nel tentativo di salvaguardare la funzionalità delle braccia. La prognosi resta riservata.

La 53enne autrice dell’aggressione è stata invece denunciata a piede libero dai Carabinieri per lesioni gravi. Rischia però un’accusa più pesante se la vittima non dovesse recuperare completamente l’uso delle braccia: in quel caso la sua posizione si aggraverebbe, passando a lesioni gravissime.

Commenta