Aeroporto Palermo, numeri da record a Ferragosto

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Ferragosto dai grandi numeri all’aeroporto internazionale Falcone Borsellino di Palermo. Ieri, 15 agosto, sono transitati, tra arrivi e partenze, 31.536 viaggiatori. I voli sono stati 210, in media 150 passeggeri su ogni volo. Numeri eccezionali, mai annotati negli anni scorsi a Ferragosto, che ormai si riscontrano ogni giorno nello scalo aereo palermitano, che da inizio anno ha visto crescere il numero di passeggeri, segnando record su record rispetto alle ottime performance del 2022. Per fare qualche esempio, dall’11 al 17 agosto voleranno dalle due piste dello scalo aereo palermitano ben 1.451 con a bordo circa 215 mila viaggiatori. Nel periodo 12/15 agosto, invece, i voli sono stati 844 e i viaggiatori 125mila.

Oltre 30mila passeggeri in transito

Negli ultimi mesi molto è cambiato anche per quanto riguarda il terminal passeggeri. I lavori di ammodernamento stanno svelando un aeroporto completamente rinnovato negli spazi, nei servizi e nell’offerta commerciale. Proprio nei mesi estivi, sono state aperte nuove sale per i passeggeri, nuovi ristoranti e bar vista mare, installate 200 sedute, molte con porta usb in dotazione per la ricarica di apparecchi elettronici, wifi gratuito, postazioni di ricarica telefonini e tablet, un fronte unico per i controlli di sicurezza. Il fronte del terminal che guarda il mare si mostra con un look completamente rinnovato.

Terminal in fase di ammodernamento

“Questo grande afflusso di viaggiatori, ormai una prassi per l’aeroporto, gestito con grande efficienza da tutti i servizi che operano nel terminal – dice Vito Riggio, amministratore delegato di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo – da un lato ci fa piacere accoglierlo, ma dall’altro indica che dobbiamo fare presto per completare la riqualificazione del terminal, perché è stato accumulato troppo ritardo. Dal mio insediamento – continua Riggio – i lavori hanno avuto un’accelerazione, ed entro fine anno sarà completato il primo lotto. Con i prossimi investimenti bisognerà definire l’intera struttura, senza ulteriori indugi”.

Commenta