C’è l’inferno in Sicilia: allarme rosso per 7 giorni

di Redazione Web
lettura in 3 minuti
C'è l'inferno in Sicilia: allarme rosso per 7 giorni

Ondate di calore in Sicilia e scatta l’allerta rossa della Protezione Civile. L’anticiclone africano Cerbero non dà tregua alla Sicilia. Nei prossimi giorni è previsto un ulteriore aumento delle temperature che porterà ondate di calore in tutta l’isola. Per questo la Protezione Civile ha diramato un’allerta rossa per rischio incendi e ondate di calore dal 14 al 19 luglio.

Secondo le previsioni, le temperature massime potranno superare i 40°C con picchi di 42°C nelle zone interne. Particolarmente critica la situazione a Catania, Siracusa e Ragusa dove si prevedono fino a 10 giorni consecutivi di caldo intenso. La Protezione Civile invita i sindaci ad attivare urgentemente i piani comunali di emergenza per fronteggiare i rischi sanitari legati alle ondate di calore.

“I soggetti più a rischio sono gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da patologie croniche” spiega il dirigente della Protezione Civile regionale Salvo Cocina. È quindi necessario limitare le esposizioni al sole nelle ore più calde e idratarsi frequentemente per evitare colpi di calore e disidratazione.

Oltre al rischio ondate di calore, l’allerta rossa riguarda anche gli incendi boschivi che in queste condizioni meteo estreme rischiano di propagarsi rapidamente mettendo in pericolo aree abitate. I sindaci sono invitati a potenziare uomini e mezzi per il pattugliamento del territorio.

Già dalla giornata di giovedì 13 luglio la colonnina di mercurio salirà fino a sfiorare i 40°C in tutta la Sicilia, con punte di 42°C nelle zone interne di Catania, Siracusa e Ragusa. Previsti 10 giorni consecutivi di gran caldo dovuto all’anticiclone africano Cerbero.

I meteorologi confermano che non sono attese precipitazioni o break temporaleschi almeno fino al 20 luglio. Le temperature minime saranno ovunque superiori ai 20°C rendendo le notti tropicali e aumentando il rischio di non riuscire a recuperare dal caldo intenso diurno.

La Protezione Civile rinnova l’invito a limitare l’esposizione al sole soprattutto nelle ore centrali e pomeridiane della giornata, bere almeno 2 litri di acqua al giorno, evitare attività faticose e mangiare cibi leggeri. Particolare attenzione deve essere prestata ad anziani, bambini e malati cronici. In caso di malore chiamare subito i soccorsi.

Per info e aggiornamenti consultare i bollettini sulle ondate di calore disponibili sul sito del Ministero della Salute. Tenersi pronti, anche quest’anno l’estate siciliana si preannuncia rovente.

Commenta