Malattie della tiroide: quali sono le cause e come diagnosticarle

di Redazione Web
lettura in 5 minuti
Malattie della tiroide: quali sono le cause e come diagnosticarle

La tiroide è una ghiandola molto importante del corpo umano. È essenziale per la crescita e per regolare parametri come il battito cardiaco, la temperatura corporea, la digestione, e per la funzione muscolare. Quando la tiroide funziona male tutto il corpo ne risente. Tra le patologie a cui è soggetta troviamo l’ipotiroidismo, l’ipertiroidismo e i noduli tiroidei.

Questi in alcuni casi possono trasformarsi in tumore nel caso siano maligni. In questo articolo cercherò di riassumere come diagnosticare le malattie tiroidee, e quali sono le cause che le provocano. Ma prima di proseguire vorrei rassicurare tutti: i problemi che questa ghiandola endocrina può causare sono abbastanza gestibili e semplici da curare.

Come verificare se si hanno problemi alla tiroide

Per diagnosticare se la nostra tiroide funziona come dovrebbe potrebbero bastare dei semplici esami del sangue. Tramite essi vengono misurati i livelli degli ormoni tiroidei, T3 e T4, e del TSH. Può però accadere che, anche se tali esami rientrano nella norma, il medico vi prescriva un’ecografia alla tiroide, soprattutto se vi è familiarità per malattie tiroidee. Se verranno riscontrate delle anomalie o dei noduli valuterà se farli analizzare o no. Come si analizzano? Potrebbe venire richiesta una scintigrafia tiroidea, cioè un esame che valuta come si distribuisce nella tiroide una piccola quantità di materiale radioattivo iniettato. Oppure può venire prescritto l’agoaspirato tiroideo, mediante il quale viene inserito in un cilindro graduato materiale aspirato dalla tiroide per analizzarlo in laboratorio.

Quali sono le cause dei problemi alla tiroide?

Essendo le disfunzioni della ghiandola tiroide molto frequenti, oggi se ne parla spesso. È importante farlo, per dare un nome e trovare una cura a sintomi generali quali possono essere un affaticamento importante dell’organismo o un aumento della frequenza cardiaca. Non si può parlare di vera e propria prevenzione a riguardo, perché non esistono delle cause scatenanti conclamate.

Si parla più che altro di fattori comuni che possono aumentare i rischi di malfunzionamento di questa ghiandola. In base agli studi e alle statistiche si è visto che, solitamente, sono più le donne degli uomini a presentare problemi tiroidei, soprattutto dopo i 50 anni di età. Si rischia di più se si ha familiarità per la malattia, se con la dieta non si assume iodio a sufficienza o se, al contrario, se ne assume troppo.

Come garantire un perfetto funzionamento della tiroide?

Non essendoci cause conclamate che possono prevenire i problemi tiroidei ci si deve solamente basare sul buon senso per cercare di schivarli. Cercate di evitare il più possibile zuccheri, grassi saturi ed elementi raffinati.

Seguire un’alimentazione varia ed equilibrata, ricca di alimenti integrali, frutta e verdura, è sempre consigliato. Mantenersi in forma ed evitare situazioni stressanti aiuta in generale a mantenersi in salute, così come abolire il fumo. Anche la tiroide ringrazierà.

Studi per nuove cure per il tumore alla tiroide

Oggi, grazie al progresso scientifico, si sta trovando la cura per molte malattie prima incurabili. Il tumore alla tiroide è uno dei meno aggressivi, ma questo non significa che non si presti attenzione ad esso. In alcuni casi, molto rari per fortuna, può anche risultare fatale.

 

Riguardo questi sporadici casi, per i quali fino ad oggi non c’era ancora una soluzione, è notizia recente che il  Team dell’Università di Palermo scopre una possibile terapia del cancro alla tiroide.  Indubbiamente è incoraggiante che per queste particolari patologie si stia trovando la soluzione, a riprova dell’importanza della ricerca in campo medico.

Conclusioni

Gli esami di screening sono importanti. Servono per monitorare la nostra salute. Specialmente per quanto riguarda la tiroide, se in casa avete familiari con problemi fatelo presente al medico curante. Sarà poi lui a decidere il da farsi. Affidarsi ai dottori è l’unico modo per preservare il nostro benessere sia fisico che psichico, sempre.

Commenta