Pantelleria e Salina mare più bello d’Italia: conquistano le Vele di Legambiente

di Redazione Web
lettura in 4 minuti
Pantelleria e Salina mare più bello d’Italia: conquistano le Vele di Legambiente
Credit: Anita Di Chiara (distributed via imaggeo.egu.eu)

La Sicilia celebra il trionfo di due delle sue perle, Pantelleria e Salina, entrambe insignite delle prestigiose Vele di Legambiente e Touring Club Italiano nella guida blu “Il mare più bello 2023”. Le due affascinanti località balneari siciliane si uniscono ad altre 19 destinazioni di eccellenza lungo la penisola italiana, confermando l’impegno nella promozione di un turismo sostenibile e di qualità.

Pantelleria e Salina conquistano le Cinque Vele di Legambiente

In cima alla classifica, la Sardegna si conferma regina indiscussa con ben 7 località premiate, tra cui Baunei, in provincia di Nuoro, che si aggiudica il primo posto. Altre regioni si distinguono per le loro meraviglie costiere: la Toscana con 4 località, la Puglia e la Campania con 3 ciascuna, e la Basilicata e la Calabria, quest’ultima new entry con la splendida Tropea.

Le Cinque Vele di Legambiente premiano le migliori pratiche di gestione della costa in Italia

Le Cinque Vele sono il riconoscimento per quelle località che hanno saputo coniugare territori e luoghi di eccellenza con strategie di sviluppo sostenibile. Durante la premiazione, sono state assegnate anche 9 targhe alle migliori pratiche di gestione della costa. Tra i temi al centro dell’analisi di quest’anno c’è il tema del congestionamento. Le Cinque Vele sventolano su altre meraviglie italiane, come l’Isola di Capraia in Toscana, Nardò in Puglia, Pollica-Acciaroli-Pioppi in Campania, Maratea in Basilicata e, naturalmente, Pantelleria e Santa Marina Salina in Sicilia. Il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani, ha affermato che la guida può essere paragonata a “un faro in un porto”, un punto di riferimento per amministrazioni politiche, stakeholder privati e cittadini, per promuovere nuove forme di gestione dei territori e di turismo. Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano, ha sottolineato che la guida non è una classifica, ma una mappatura delle eccellenze italiane e uno stimolo a conservare il patrimonio naturalistico e ambientale del Paese.

Pantelleria e Salina premiate da Legambiente

Il trionfo delle località siciliane Pantelleria e Salina nelle Cinque Vele di Legambiente è la conferma dell’impegno della Sicilia a valorizzare e tutelare le sue preziose risorse naturali, coniugando bellezza e sostenibilità nelle sue mete turistiche. “La nostra Guida “Il Mare più Bello” oltre ad essere un vero e proprio album fotografico delle bellezze e ricchezze territoriali del nostro Paese che hanno applicato buone pratiche, può essere paragonata ad un faro in un porto – ha dichiarato durante la conferenza stampa, Stefano Ciafani – Presidente Legambiente nazionale – un vero e proprio punto di riferimento cui amministrazioni politiche, stakeholder privati e cittadini possono e devono rivolgersi per applicare rispettivamente nuove forme di gestione di questi territori e nuove forme di fare turismo”.

Premi anche a Carini e a Lampedusa

Tra le novità di quest’anno la consegna, durante la conferenza stampa di presentazione della Guida, anche delle 9 targhe per le Buone pratiche di gestione della costa assegnate alle migliori esperienze che amministrazioni pubbliche, enti o imprenditoria privata hanno messo in atto. Per la categoria integrità del paesaggio premiato il Comune di Carini (Pa) per l’impegno alla lotta all’abusivismo edilizio sul proprio territorio. Per le strategie di difesa dall’overtourism ha ricevuto la targa la Riserva Naturale Orientata “Isola di Lampedusa” per la gestione della domanda del flusso turistico con modalità di limitazione, controllo e salvaguardia della Spiaggia dell’Isola dei Conigli.

Commenta