Maria Grazia Cucinotta ospite d’onore a Shangai per il cinema italiano

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Maria Grazia Cucinotta ospite d'onore a Shangai per il cinema italiano

Maria Grazia Cucinotta sarà ospite d’onore a Shangai per il cinema italiano. L’attrice siciliana, da ben dodici anni madrina a Salina di Marefestival Premio Massimo Troisi, parte oggi per la Cina dove sarà ospite d’onore del Festival della Cina. «Sono onorata di portare in Asia la voce del cinema italiano – spiega l’attrice -. Parlerò dei progetti che legano l’Italia alla Cina con produzioni importanti, e naturalmente l’occasione sarà utile anche per raccontare del Premio Massimo Troisi istituito nel 2012».

Quest’anno Troisi avrebbe compiuto 70 anni e il prossimo cadono i 30 anni di «Il postino», del cui cast Cucinotta faceva parte insieme a Troisi e Philip Noiret. La Cucinotta recentemente ha raccontato di come, all’epoca, fosse una ragazza timida ed emozionata, ma Massimo Troisi, il suo collega nel film, l’ha aiutata a trovare la semplicità e la verità nel suo personaggio, Beatrice. L’attrice ha anche rivelato che il suo provino per il ruolo è arrivato grazie all’amicizia con Nathalie Caldonazzo, che era fidanzata con Troisi.

Maria Grazia si è soffermata poi a parlare anche della sua lotta con la dislessia, un problema che l’ha accompagnata fin dagli esordi nella sua carriera artistica. «Ero dislessica e con problemi di pronuncia: i difetti ti rendono unica, ma lo capisci dopo. La dislessia esplode nei momenti di ansia, quando sono al centro dell’attenzione. Ho 54 anni e cambio regolarmente le finali delle parole».

Commenta