E’ morto Pietro Piraino, ha fondato il Museo del Giocattolo di Bagheria

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
E' morto Pietro Piraino, ha fondato il Museo del Giocattolo di Bagheria

È morto, la scorsa notte, Pietro Piraino Papoff direttore e creatore del museo Del Giocattolo. Noto ceroplasta che per anni ha dedicato, con tutta la sua maestria, la sua vita a raccogliere preziosi giocattoli storici e a creare statue e oggetti in cera. Pietro Piraino Papoff nel 1994 con le figlie Laila e Lucilla, crea l’associazione “Museo del Giocattolo Pietro Piraino” che si occupa della ricerca, del restauro, della catalogazione e della conservazione di vecchi giocattoli e di vecchi giochi. Il museo ha il patrocinio dell’UNICEF e del Ministero della Pubblica Istruzione.

Nel 2002 si è trasferisce a Bagheria, al piano nobile di villa Aragona Cutò, in via Consolare, di proprietà del Comune di Bagheria. Nel mese di marzo 2014 il Museo trova la sua sede, con i suoi 2500 giocattoli e 200 opere in cera nella Certosa di Bagheria, a tale scopo restaurata. L’arte di lavorare la cera d’api per creare immagini tridimensionali si perde nella notte dei tempi. Pietro Piraino Papoff, antiquario, scultore ceroplasta e restauratore, ha ricostruito anche in diversi volumi e la storia degli usi e delle evoluzioni di questa raffinata declinazione dell’arte figurativa ed oggi Bagheria e non solo la città delle ville perdono un importante testimone di quest’arte.

“Il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, la Giunta, il presidente del Consiglio Michele Sciortino e i consiglieri comunali porgono le condoglianze alla moglie e alle figlie che oggi gestiscono per lui questo prezioso gioiello che si trova presso la Certosa di Bagheria”, si legge in una nota.

I funerali di Pietro Piraino Papoff si celebreranno domani, mercoledì 24 maggio, alle ore 10:30, presso la chiesa Santa Maria La Nova 10,30 dietro S. Domenico a Palermo.

Commenta