L’Etna erutta, copiosa caduta di cenere con allerta rossa

di Redazione Web
lettura in 1 minuti
L'Etna erutta, copiosa caduta di cenere con allerta rossa

L’Etna torna a eruttare e dopo diversi giorni in cui il tremore vulcanico è stato segnalato in forte aumento sta dando vita al primo parossismo del 2023. Forti boati sono stati segnalati dalla popolazione pedemontana del versante sud-ovest, specie tra Adrano e Biancavilla. L’intensa copertura nuvolosa ed il maltempo in quota non consente all’Ingv di poter rilevare con esattezza la situazione che resta costantemente monitorata.

Al momento si segnala una copiosa caduta di cenere con allerta rossa per l’aeroporto Fontanarossa di Catania.
E’ in corso probabilmente un fontanamento di lava sull’Etna. La simulazione dell’eventuale dispersione del plume vulcanico indica una direzione sud-ovest.

Forti boati sono stati sentiti dai cittadini di Adrano, Biancavilla, Paternò, Santa Maria di Licodia, Bronte e anche Centuripe.

Commenta