Vento a 100km all’ora, la Sicilia spazzata dallo Scirocco

Forte vento in aumento anche in provincia di Palermo dove si sfiorano raffiche di scirocco fino a 90 km/h

Lo Scirocco soffia forte. Per oggi si prevede allerta arancione nella Sicilia orientale, dove si prevedono nubifragi. Allerta gialla nel resto della Sicilia dove però spirerò vento forte.

Eolie isolate per il forte vento

Arcipelago eoliano isolato, con il mare in tempesta, sospinto da raffiche di vento fino a oltre 20 nodi. Le onde investono con violenza le coste e le strutture portuali esposte allo scirocco. A Lipari la situazione più difficile la si registra nel porto commerciale di Sottomonastero, completamente allagato, così come l’area sottostante. Il mare ha invaso anche la parte terminale della frazione di Canneto, trasportando sabbia e pietre, rendendo estremamente difficoltosa la circolazione, anche pedonale. Le prime avvisaglie si erano già avute nel tardo pomeriggio di ieri e avevano portato alla sospensione di alcune corse di navi e aliscafi. Operativa su tutto il territorio la Protezione civile comunale, coordinata dal responsabile Domenico Russo, con l’effettuazione di sopralluoghi nelle zone più esposte.

Autostrada chiusa da Enna a Caltanissetta

L’autostrada A19 “Palermo-Catania” è provvisoriamente chiusa al traffico dalla serata di ieri, in entrambe le direzioni, tra il km 103,300 e il km 119,700, a causa del maltempo e in particolare del forte vento che ha colpito la zona. Il traffico è deviato sulla viabilità alternativa, con uscita obbligatoria allo svincolo di Enna per i veicoli provenienti da Catania, mentre per quelli provenienti da Palermo uscita obbligatoria allo svincolo di Caltanissetta. Inoltre, si consiglia a tutti i mezzi telonati e furgonati massima prudenza. Il personale Anas e i Vigili del Fuoco sono presenti sul posto per la gestione della viabilità e per ripristinare la transitabilità appena possibile. Forte vento in aumento anche in provincia di Palermo dove si sfiora un vento di scirocco fino a 90 km/h.

Danni in Sicilia orientale

E’ la provincia di Ragusa la più colpita nelle ultime ore. Numerose le segnalazioni pervenute alla sala operativa dei vigili del fuoco di Ragusa per i danni causati dal vento: cartelloni pubblicitari divelti, pali pericolanti, lamiere di copertura dei tetti staccate. Le aree colpite sono quelle di Ragusa, Comiso e Vittoria. Di particolare rilevanza il distacco della linea telefonica dai sostegni della palificazione lungo la strada provinciale 20 nel tratto che va dall’incrocio per Vittoria fino a oltre la rotonda del centro Seia. Circa 30 gli interventi effettuati nel corso della giornata di ieri, con l’impiego della autoscala. Continuo il contatto con i comuni interessati, per verifiche e selezione degli interventi di maggior rilievo. A Catania il Commissario ha deciso la chiusura delle scuole ma non soltanto quelle. Rimangono chiusi i parchi comunali, il giardino Bellini e i cimiteri.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale