Fermato con 10 tonni rossi senza tracciabilità, donati al banco alimentare

di Redazione Web
lettura in 1 minuti
Fermato con 10 tonni rossi senza tracciabilità, donati al banco alimentare

PALERMO – Sequestro di tonno rosso nel Palermitano. Il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Termini Imerese, ha condotto un’attività di contrasto alla pesca non consentita, nell’intento di individuare le unità che sbarcano illegalmente esemplari di tonno Rosso.

Nel corso dell’attività, in prossimità del porto industriale di Termini Imerese, i militari intercettano) hanno fermato un furgone con all’interno 10 esemplari di Tonno Rosso, per un peso complessivo totale di 1.500 chili, e una Lampuga di 6 chili.. Il pesce era sprovvisto dei documenti finalizzati ad attestarne la tracciabilità.

All’autista del mezzo è stata pertanto elevata una multa di oltre 2.600 euro.
Il prodotto ittico sequestrato, sottoposto ad ispezione da parte dei medici veterinari dell’A.S.P. di Termini Imerese per le verifiche igienico-sanitarie di competenza, è stato dichiarato idoneo al consumo umano e pertanto devoluto in beneficenza al banco alimentare della Sicilia Occidentale di Carini.

“L’attività di controllo – fanno sapere le autorità – proseguirà nei prossimi giorni al fine di prevenire comportamenti illeciti a danno della risorsa, del consumatore finale e degli operatori della pesca che operano nel rispetto delle regole”.

Commenta