Operazione antidroga a Palermo: smantellata rete di trafficanti con carichi da tre tonnellate

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Operazione antidroga a Palermo: smantellata rete di trafficanti con carichi da tre tonnellate

PALERMO – Un’operazione di vasta portata condotta dalla Squadra mobile di Palermo ha portato all’arresto di otto persone, sospettate di aver gestito un’importante rete di traffico di droga, specializzata soprattutto nella distribuzione di hashish. Tra i colpi grossi, un carico di ben tre tonnellate di sostanza stupefacente.

Le persone coinvolte, tutte di origine palermitana ad eccezione di un cittadino algerino, sono accusate di associazione a delinquere. Al momento non si registrano collegamenti diretti con l’organizzazione criminale di Cosa Nostra. Il gip Lirio Conti ha accolto la richiesta della Procura, permettendo così alla Squadra mobile di procedere con l’arresto di sei individui a Palermo: Giuseppe Urrata, Rosario Tinnirello, Eduardo Ciotti, Giovanni Di Stefano, Antonino La Vardera e Antonino Li Causi. Le altre due persone, un palermitano e un cittadino algerino, sono state sottoposte agli arresti domiciliari.

L’indagine, avviata nel 2019, si basa su una serie di intercettazioni che hanno permesso di ricostruire i movimenti dei notevoli quantitativi di droga immessi nel mercato siciliano. La banda avrebbe distribuito l’hashish principalmente nei quartieri Sperone e Brancaccio, con un’enfasi particolare sull’enorme carico da tre tonnellate, di cui si presume fosse responsabile il cittadino algerino.

La polizia ha tenuto d’occhio l’uomo fin dal suo arrivo all’aeroporto di Palermo e sta attualmente indagando sul suo ruolo all’interno dell’organizzazione, sui suoi spostamenti tra Nordafrica ed Europa e sui possibili legami con i clan emersi in passato.

Commenta