La veggente siciliana Gisella Cardia non arretra di un millimetro, “La Madonna è con me”

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
La veggente Gisella avrebbe visto la Madonna e Padre Pio in provincia di Palermo

Ieri, mercoledì 3 maggio, la sedicente veggente siciliana di Trevignano Romano (comune del Lazio), Gisella Cardia, si è presentata al raduno mensile con i suoi ‘fedeli’. Gisella Cardia, siciliana, ai giornalisti ha detto: “Io intendo continuare a stare qui e non arretro neanche di un millimetro perché sto nella casa di Dio. Siamo in pochi ma siamo i coraggiosi. La mia fede mi fa star bene. Perché io ho la Madonna dalla mia parte. In questi giorni mi avete dipinta come un mostro, che sono satana in persona, che sono una che scappa e che sono blasfema ed eretica. Mi avete detto di tutto”.

“Vogliono espropriarci il terreno perché preghiamo. Mi dicono che faccio business ma non è vero”, ha aggiunto, prima di cominciare la preghiera. Un seguace di Gisella Cardia ha anche detto: “Voi avete già deciso che questo luogo non è sacro. Ma non dobbiamo rendere conto a voi. La Madonna parla da anni“. Inoltre, un volontario dell’associazione Cardia, ha affermato: “Mi ci sono avvicinato qualche anno fa. Il mio credo era spento ma stando vicino a Gisella si è riacceso e capisci tutto. Noi siamo per la verità”.

“Ho trovato una forza e una Pace interiore. È un cammino, la fede. Io sono stata anticlericale, atea, ma qui le apparizioni ci sono state. E non capisco tutto questo clamore”, ha affermato un’altra ragazza. Suor Daniela Del Gaudio, direttrice del Comitato Direttivo dell’Osservatorio sulle apparizioni mariane istituito dalla Pontificia Accademia Mariana Internationalis, interpellata sulla vicenda, ha spiegato: “Di solito i veggenti sono semplici perché questo, ed è un dato scientifico, favorisce meglio la comunicazione del messaggio” divino e anche per questo nelle apparizioni mariane che sono state riconosciute dalla Chiesa i veggenti sono spesso dei bambini.

Commenta