Fa proposta di matrimonio alla compagna ma accusa malore e muore in crociera a 35 anni

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Fa proposta di matrimonio alla compagna ma accusa malore e muore in crociera a 35 anni
Foto Facebook

Una crociera romantica nel mar Mediterraneo si è trasformata in una tragedia per Silvio Maisti e la sua compagna Valentina Triolo. Dopo la proposta di matrimonio, con tanto di cerimonia romantica in ginocchio e consegna dell’anello, Silvio Maisti ha avuto un malore fatale durante la notte successiva alla promessa di nozze.

Maisti a soli 35 anni è morto mentre era in crociera con la sua compagna e il loro bambino di 14 mesi. La coppia era accompagnata da alcuni familiari che avevano assistito alla romantica proposta di matrimonio sulla nave. Tuttavia, la gioia della sera prima è stata presto spezzata dalla tragedia della notte successiva.

La promessa di matrimonio

Dopo il viaggio in crociera, la coppia si preparava ad andare all’altare. Maisti aveva pianificato la proposta di matrimonio sulla nave e l’aveva resa ancora più speciale con una cerimonia romantica in ginocchio e la consegna di un anello. I familiari presenti erano commossi e felici per la coppia.

Il malore fatale

Purtroppo, la notte dopo la promessa di matrimonio, Maisti ha accusato un malore fatale. La sua compagna Valentina Triolo ha immediatamente chiesto aiuto ai vicini di cabina e al personale della nave. Tuttavia, nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, Maisti è morto poco dopo.

Le accuse dei parenti

I parenti di Maisti, un autotrasportatore residente a Valmontone (Roma), hanno accusato i soccorsi per essere arrivati in ritardo. “Sono arrivati con forte ritardo, quando ormai non c’era più niente da fare,” ha dichiarato il suocero di Maisti, Carlo Triolo.  Le forze dell’ordine italiane sono state fatte salire sulla nave solo alle 14.30, dopo l’attracco a Civitavecchia, grazie all’intervento della Farnesina. La nave era prevista di attraccare alle 7 e lo sbarco alle 8.

Commenta