Tragedia in Sicilia, bimbo di 4 mesi cade e muore: ha girato due ospedali

di Redazione Web
lettura in 4 minuti

Un bimbo tunisino di soli 4 mesi è morto stanotte al Policlinico di Messina dove era stato operato d’urgenza per un trauma cranico. Il piccolo era stato portato nel nosocomio messinese dall’ospedale di Milazzo dove i genitori lo avevano condotto in un primo momento. Tutto è iniziato a Barcellona Pozzo di Gotto dove la famiglia risiede e dove il bimbo sarebbe caduto, forse dalle braccia di un familiare. Un incidente domestico le cui cause sono ancora da chiarire. Le indagini dei carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto serviranno ad accertare se si sia trattato davvero di un tragico incidente domestico e se vi siano responsabilità nei soccorsi e nelle prime cure prestate al piccolo. Per ora una famiglia è distrutta dal dolore e tutta la comunità è sotto choc per una tragedia che forse si poteva evitare.

Prima probabilmente la caduta, poi la folle corsa fra gli ospedali da Milazzo al Policlinico di Messina, alla fine la morte nonostante i tentativi di salvarlo anche con una operazione d’urgenza. Un bimbo di 4 mesi ha perso la vita in quello che sembra un incidente domestico anche se le cause dovranno essere meglio chiarite così come i tempi di soccorso e il mancato ricovero al primo accesso al Pronto soccorso di Milazzo.

La vittima è un bimbo di appena quattro mesi, morto per una emorragia cerebrale che potrebbe essere stata determinata da una caduta accidentale avvenuta in casa. Il bimbo era con i genitori e secondo le prima notizie potrebbe essere caduto dalle braccia di un congiunto battendo la testa. le indagini sull’accaduto sono affidate ai carabinieri della compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto.Morto al Policlinico di MessinaIl piccolo è deceduto al Policlinico di Messina dove era stato trasportato d’urgenza dall’ospedale di Milazzo dove era giunto trasportato dai genitori che vivono a Barcellona Pozzo di Gotto.

La sequenza degli eventi che fino ad ora sembra la più probabile è assolutamente drammatica. prima la caduta del bimbo dalle braccia di un parente prossimo, poi la corsa dei genitori all’ospedale Fogliani di Milazzo. Qui il bambino sembrava riprendersi e, a sentire il racconto della famiglia, i genitori venivano rassicurati sulle sue condizioni. Dopo alcuni controlli il bambino veniva dimesso.

La corsa a MessinaIn seguito l’aggravamento improvviso e la corsa di nuovo verso il medesimo ospedale ma stavolta i medici decidevano per il trasferimento d’urgenza al Policlinico di Messina dove una risonanza magnetica mostrava un grande ematoma cerebrale. Immediato il trasferimento in sala operatoria per un intervento d’urgenza alla testa. Un tentativo di decompressione per liberare il cervello dall’ematoma esteso causato dal trauma cranico. Ma ormai era troppo tardi

Al Policlinico di Messina è andata, così, in scena la disperazione di genitori e parenti che avevano accompagnato la famiglia. Qualche istante dopo è partita la segnalazione ai carabinieri che dovranno svolgere una doppia inchiesta. da una parte verificare cosa è successo in casa e accertare che la causa del trauma sia stata la caduta e che questa sia stata accidentale. Ma nel mirino degli investigatori ci sono i tempi e i modi dei soccorsi. si dovrà stabilire se ci siano stati errori nella diagnosi o ritardi nei soccorsi in virtù della prima dimissione del piccolo. da accertare anche se il tempo trascorso sia stato fatale.

Commenta