Drammatico ritrovamento in Sicilia, trovato corpo carbonizzato di un 16enne

Il corpo semicarbonizzato di un ragazzo di 16 anni è stato ritrovato ieri sera a Merì, piccolo comune a circa 35 chilometri da Messina

Nella zona del Messinese è stato ritrovato un corpo carbonizzato. Il ritrovamento è avvenuto ieri sera, 16 febbraio, a Merì, in piazza Italia ’90, ad opera dei Carabinieri. Il cadavere si trovava sul bordo della strada ed era completamente carbonizzato e irriconoscibile. Sii tratterebbe di un ragazzo di 16 anni.

Stanno indagando i carabinieri che da un primo esame sul corpo non hanno trovato segni di armi da fuoco o da taglio. Si sta procedendo con gli esami del Dna e i rilievi del Ris di Messina. I militari hanno avviato le indagini a tutto campo. La zona isolata e senza la presenza di telecamera non favorisce le indagini e al momento non si esclude nessuna pista.

Nella giornata di ieri un cadavere senza testa era stato trovato nel mare al largo di Lampedusa. Con molta probabilità si tratta di una delle tante vittime di un naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia che il mare ha restituito dopo giorni.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale