Rapine e terrore a Palermo, colpi alla Upim, alla Todis e in una ottica di Corso Calatafimi

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Rapine e terrore a Palermo, colpi alla Upim, alla Todis e in una ottica di Corso Calatafimi

Palermo colpita da una serie di rapine negli ultimi giorni, che hanno visto la partecipazione di bande armate e pericolose, una preoccupante escalation di violenza e criminalità. La prima rapina dentro l’Upim di via Leonardo da Vinci, dove due rapinatori incappucciati sono entrati armati di coltello e in meno di tre minuti hanno preso mille euro. Il dipendente è stato minacciato con un coltello e costretto a consegnare il denaro. La polizia sta indagando sull’episodio.

Sabato pomeriggio, intorno alle 18.30, un’altra attività commerciale, questa volta un’ottica in corso Calatafimi, è stata rapinata da due uomini armati di coltello. Mentre uno dei rapinatori teneva sotto controllo il commerciante, il complice ha rubato decine di paia di occhiali da un espositore. La banda è poi fuggita, probabilmente a bordo di uno scooter.

Meno di un’ora dopo, il supermercato Todis di via Roccazzo a Passo di Rigano è stato rapinato da cinque persone armate di pistola. Due di loro hanno tenuto sotto controllo i dipendenti, mentre gli altri tre hanno svuotato le casse. La banda è poi fuggita a bordo di un’auto in direzione di via Leonardo da Vinci. La polizia ha ascoltato le testimonianze delle vittime e di alcuni potenziali testimoni e ha acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza per cercare d’identificare i rapinatori.

Sono in corso indagini a tutto campo. La polizia sta lavorando a stretto contatto con le vittime e i testimoni per identificare e arrestare i responsabili e mettere fine a questa ondata di rapine.

Commenta