Cittadini “eroi” a Bagheria, fermano rapinatore che semina il panico in torrefazione

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Cittadini "eroi" a Bagheria, fermano rapinatore che semina il panico in torrefazione

Bagheria testimone di un episodio di eroismo civico lo scorso 19 gennaio. Una torrefazione della città delle Ville è stata vittima di una rapina, ma il rapinatore è stato accerchiato e fermato da alcuni clienti e passanti prima che potesse fuggire. La polizia è stata allertata da un cittadino tramite la linea d’emergenza 112 e ha arrestato il rapinatore, un ventunenne incensurato di Termini Imerese.

Il ragazzo, fermato dai passanti prima e di poliziotti del commissariato di Bagheria poi, è stato trovato in possesso di un passamontagna e un coltello a serramanico dai poliziotti.

La rapina è stata segnalata da un cittadino che ha visto il rapinatore minacciare un dipendente della torrefazione in via Consolare con un coltello. Quando è intervenuta la polizia, il rapinatore era già circondato dai clienti e bloccato: non poteva fuggire. Gli agenti hanno trovato il coltello e il passamontagna in suo possesso e lo hanno arrestato con l’accusa di rapina aggravata.

Il giovane, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato condotto presso la casa circondariale “Antonino Burrafato” di Termini Imerese. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se il giovane si sia reso responsabile di altri episodi delittuosi, avvenuti in zona, compiuti nello stesso lasso di tempo e con il medesimo modus operandi.

Commenta