Nastro d’Argento come Film dell’anno a “La stranezza”, coi siciliani Ficarra e Picone

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Nastro d'Argento come Film dell'anno a "La stranezza", coi siciliani Ficarra e Picone

Il film “La stranezza” del regista e sceneggiatore Roberto Andò ha vinto il Nastro d’Argento come film dell’anno. Il premio è stato assegnato dai Giornalisti Cinematografici Italiani e include anche riconoscimenti per gli sceneggiatori Massimo Gaudioso e Ugo Chiti, i produttori Angelo Barbagallo e Attilio De Razza, e un trio di attori eccezionali come Salvo Ficarra, Valentino Picone e Toni Servillo.

Il premio è stato assegnato per la novità e l’eccellenza dell’opera, che ha saputo unire intelligenza e intrattenimento popolare in una rilettura cinematografica del metateatro pirandelliano. Il regista ha ringraziato la squadra di attori e collaboratori che hanno contribuito al successo del film, e ha sottolineato che il premio rappresenta un riconoscimento per tutti coloro che hanno lavorato al film.

“Sono molto contento che il Nastro d’argento per il ‘film dell’anno’ sia stato assegnato a ‘La stranezza’”, ha dichiarato Roberto Andò, sottolineando che “è un riconoscimento che oltre me premia una squadra di attori e collaboratori magnifici: Toni Servillo, Salvo Ficarra e Valentino Picone, Giulia Andò, Luigi Lo Cascio, Renato Carpentieri, e tutti gli altri straordinari interpreti, i produttori Angelo Barbagallo e Attilio De Razza, Giampaolo Letta di Medusa e Paolo Del Brocco di Rai Cinema, gli sceneggiatori Massimo Gaudioso e Ugo Chiti, la fotografia di Maurizio Calvesi, i costumi di Maria Rita Barbera, la scenografia di Giada Calabria, le musiche di Michele Braga ed Emanuele Bossi, il montaggio di Esmeralda Calabria. Ringrazio Laura Delli Colli e il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani per aver voluto segnalare con questo premio la straordinaria avventura artistica di questo film”.

Commenta