Bimbo perde mano, uomo ferito dopo aver preso petardo inesploso

di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Bimbo perde mano, uomo ferito dopo aver preso petardo inesploso

Un uomo è rimasto ferito a Patti (Me) la scorsa notte nell’esplosione dei botti di Capodanno. Secondo quanto riferito dalla polizia, mente puliva il balcone ha trovato un petardo e lo ha preso per gettarlo ma gli è scoppiato nella mano sinistra. Portato all’ospedale di Patti gli è stata riscontrata una prognosi di 30 giorni. È stato poi trasferito al reparto di Chirurgia Plastica del Policlinico. A Messina invece tre bambini feriti lievemente per lo scoppio di petardi sono stati subito dimessi.

A Taranto, in Puglia, un bambino ha perso la mano a causa di un petardo che gli è scoppiato in mano. Il bambino è stato colpito dall’esplosione di un petardo ed è stato subito condotto al pronto soccorso dell’ospedale dove i medici hanno riscontrato gravi danni con un intervento d’urgenza. Ma i tentativi di recuperare l’arto non sono andati a buon fine visto che la mano destra era letteralmente dilaniata: hanno dovuto amputarla. Tanti i feriti a Napoli e un uomo in prognosi riservata a Milano. In Sicilia tanti gli incendi a causa dei botti e dei fuochi d’artificio.

E arriva l’appello del Codancons a non raccogliere da terra i petardi inesplosi
Francesco Tanasi Professore dell’Università San Raffaele e Segretario Nazionale CODACONS, che nei giorni scorsi ha invitato i sindaci a vietare i botti di fine anno, oggi ricorda ai genitori che molti incidenti non si verificano solo la notte del 31 dicembre ma anche nei giorni a seguire , dopo i festeggiamenti, quando i bambini raccolgono i petardi inesplosi trovati in strada o peggio ancora provano a riaccenderli.

Commenta