statistiche accessi

Sicilia meta d’eccellenza per curare il linfedema, innovativa terapia a Palermo

A Palermo una terapia innovativa per la cura del linfedema. Si è tenuto a Palermo il secondo Convegno nazionale di Medicine Complementari, che è stato l’occasione per celebrare i 200 anni di Omeopatia in Italia. Tanti i temi trattati dai relatori presenti nella due giorni dedicati alla medicina, dalle terapie complementari e rigenerative, all’agopuntura e ai percorsi terapeutici.

A presiedere il congresso il Edmondo Palmeri, chirurgo vascolare e consigliere Nazionale SIF, che ha presentato una terapia innovativa per la cura del linfedema, patologia cronica rara che in Sicilia interessa 50.000 persone. L’evento si è svolto al Circolo Ricreativo Dipendenti Difesa.

“Già applicato con successo su diversi pazienti, il trattamento si basa sull’uso delle cellule mononucleate del sangue che permette di curare il linfedema primario, riducendo sensibilmente la circonferenza dell’arto interessato dalla malattia e dando dunque ottimi risultati – spiegano il dottor Edmondo Palmeri e il dottor Mario Bellisi, responsabile dell’Unità operativa semplice dipartimentale di Flebolinfologia dell’azienda ospedaliera universitaria Policlinico di Palermo – Al momento la terapia viene somministrata solo a Palermo, presso l’Unità di Flebolinfologia del Policlinico Paolo Giaccone. Non esiste nessun altro posto in cui è possibile sottoporsi a questa cura, motivo per il quale stiamo trattando anche pazienti provenienti da altre Regioni”.

Hanno partecipato al convegno, tra gli altri, Salvatore Amato, presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo, Mario Bilardo, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Palermo, Eleonora Indorato, dirigente della Scuola di Medicina Generale CEFPAS e Giovanni Gorga, presidente di Omeoimprese.

Rispondi