statistiche accessi

Decine di percettori perdono il Reddito, da Monreale a Palermo la raccolta fondi

Dopo aver letto la notizia su DirettaSicilia alcuni percettori di Reddito hanno chiesto di aderire al progetto avviato dal monrealese Piero Faraci

Monreale e Palermo unite per aiutare i percettori del reddito di cittadinanza che hanno perso il beneficio statale per svariati motivi. C’è chi ha terminato i 18 mesi canonici ed è in attesa del rinnovo del Rdc, c’è chi lo ha perso in via definitiva per non avere più i requisiti, c’è chi si è visto sospendere il reddito per motivi ancora non del tutto sconosciuti. Sono gli “esclusi” dal Reddito, soprattutto quelli che il reddito lo necessitano davvero, a essere destinatari di una raccolta fondi iniziata a Monreale, in provincia di Palermo, e che adesso si allarga a macchia d’olio anche a Palermo.

Tanti aderiscono al progetto di raccolta fondi

Dopo aver letto la notizia su DirettaSicilia alcuni percettori di Reddito hanno chiesto di aderire al progetto avviato da un semplice cittadino, percettore monrealese, e volontario di lungo corso, Piero Faraci che ha avviato una campagna di raccolta per i percettori del reddito di cittadinanza che si sono visti escludere dalla lista dei beneficiari. Faraci ha anche lanciato un appello affinché Monreale si possa trasformare in una comunità, affinché i cittadini senza problemi economici siano più vicini a chi versa in difficoltà.

Beni essenziali, fondi e alimenti per gli ex percettori

Così è stato dato il via a una raccolta di generi alimentari, abbigliamento, oggetti essenziali, coinvolgendo le associazioni di volontariato, di protezione civile, animaliste. A Monreale la campagna di raccolta ha dato già i propri frutti visto che sono numerosi i cittadini che hanno già donato alimenti e soldi. Tra i benefattori ci sono anche diversi imprenditori del territorio che hanno messo a disposizione beni essenziali, fondi e alimenti. Un vero e proprio boom di donazioni per i percettori del reddito di cittadinanza che si sono visto escludere dalla lista dei beneficiari, restando in gravi difficoltà economiche.

Da Monreale adesso l’iniziativa si sposta a Palermo

Ora l’iniziativa però si sposta anche a Palermo visto che l’idea è stata ripresa anche da un altri gruppo di cittadini che vogliono aiutare chi non riceve più l’assegno del Rdc. Lo spiega a DirettaSicilia Giuseppe De Lisi, che ha letto dell’iniziativa di Piero Faraci, lo ha contattato e ha avviato anche a Palermo la campagna di aiuto per gli ex percettori.

Dove donare a Palermo

“Abbiamo preso a cuore questa iniziativa per aiutare chi non prende più il reddito e non può lavorare – dice De Lisi -. Noi ci spendiamo da tempo per il territorio del Comune di Palermo, soprattutto per le scuole”. Ora De Lisi, che fa parte dell’“Associazione APS PUC PALERMO HELP” ha dato il via, assieme agli altri colleghi, alla raccolta. i palermitani potranno donare persso la Chiesa di Sacro Cuore di Gesù che si trova nel quartiere palermitano della Noce. Cosa donare? “Tutto è ben accetto – dice De Lisi -. Da indumenti ad alimenti a medicine”.
Intanto il progetto continua anche a Monreale dove si stanno ad aiutare già tante famiglie che hanno perso il reddito di cittadinanza. In azione il gruppo Basta Crederci coordinato da Piero Faraci, l’associazione Humanitas – Il Pelo sul cuore, e le associazioni di Protezione Civile Evergreen ed Overland.

Rispondi