statistiche accessi

Vuole visitare il cugino ricoverato e va su tutte le furie, panico a Villa Sofia

Un 20enne arrestato dai carabinieri dopo minacce e un'aggressione ad una guardia giurata

Voleva visitare il cugino che era stato vittima di un incidente stradale è portato al pronto soccorso di Villa Sofia, a Palermo. Voleva entrare nel reparto di emergenza assieme alla fidanzata e alla madre della persona incidentata un fatto vietato dal regolamento dell’ospedale. Così i carabinieri hanno arrestato un giovane di 20 anni che ha seminato il panico nel reparto dell’ospedale palermitano minacciando i sanitari e aggredendo una guardia giurata che stava cercando di portare il giovane alla calma.

Nuova aggressione al pronto soccorso di Villa Sofia di Palermo. Un ventenne voleva entrare a tutti i costi per vedere il cugino rimasto ferito in un incidente stradale ed ha cercato in tutti i modi di eludere i controlli e la vigilanza. I medici hanno acconsentito l’ingresso della madre del paziente. Il giovane è riuscito a passare, ma, scoperto, è stato riportato fuori dove ha iniziato a urlare e ha aggredito una guarda giurata della Mondialpol che nella colluttazione è rimasto ferito al volto e al polso.

Il vigilante curato dei medici del pronto soccorso è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni e ha presentato denuncia. Il giovane ha anche minacciato di distruggere tutto al pronto soccorso e ha inveito contro i medici e gli infermieri. I carabinieri che si trovavano in ospedale lo hanno arrestato e posto ai domiciliari.

Rispondi