L’ex presidente della Regione Siciliana Musumeci Ministro del Governo Meloni

Col governo Meloni sarà ministro del Sud, ministero che per la prima volta affianca anche la delega del Mare

Nello Musumeci ce l’ha fatta. La spunta contro tutti i detrattori. Sarà Ministro del governo Meloni, il primo governo italiano guidato da una donnaL’ex Presidente della Regione fa il suo salto di qualità e diventa Ministro per il Sud ma non soltanto. La Premier Giorgia Meloni gli attribuisce anche la delega al mare, con un preciso intento di valorizzare quella che è una risorsa italiana e naturalmente siciliana.

“Una grande emozione. Una grande soddisfazione, che conferma il riconoscimento del lavoro svolto in questi anni alla presidenza della Regione Siciliana. Il coronamento di una vita dedicata alla politica. Una grande responsabilità, che affronterò con impegno e dedizione. Grazie a Giorgia Meloni e ai leader del centro destra per la fiducia che hanno riposto in me. Pronti, a risollevare l’Italia”. Queste le prime parole di Musumeci.

Presidente della Regione siciliana nella legislatura appena conclusa, Nello Musumeci, 67 anni, bancario e giornalista pubblicista, è uno dei volti storici della destra in Sicilia degli ultimi trent’anni. Col governo Meloni sarà ministro del Sud, ministero che per la prima volta affianca anche la delega del Mare. Giovane presidente della Provincia di Catania eletto con il Msi nel 1994, resta alla guida dell’ente per due mandati. Pochi mesi dopo diventa anche europarlamentare ed è rieletto nelle due successive tornate Europee del 1999 e del 2004. È stato anche coordinatore regionale di Alleanza Nazionale, partito che lascia nel 2005 in polemica con Gianfranco Fini, fondando il movimento regionale Alleanza Siciliana. Alla guida di questo nel 2006 si candida a Palazzo d’Orleans contro Totò Cuffaro e il centrodestra, ma non viene eletto. Sottosegretario di Stato alle Politiche del Lavoro nel quarto governo Berlusconi nel 2011.

Nel 2012 ritenta l’avventura alla presidenza della Regione e viene sconfitto da Rosario Crocetta, candidato del centrosinistra. Nella stessa legislatura a Sala d’Ercole viene eletto presidente della commissione regionale Antimafia. Negli stessi anni lancia il movimento siciliano #Diventerabellissima dalla citazione di una frase di Paolo Borsellino.

Nel 2017 è eletto governatore della Sicilia, incarico per il quale decide di non ricandidarsi a settembre scorso per favorire l’unità del centrodestra siciliano, quindi viene eletto senatore della Repubblica alle politiche del 25 settembre.

Rispondi