statistiche accessi

Il siciliano Federico Martello a Tokyo in concerto con Katy Perry

Katy Perry, superstar del pop globale, salirà sul palco insieme a una incredibile formazione di artisti da tutto il mondo

Il cantante di origini siciliane Federico Martello in concerto a Tokio al fianco della star Katy Perry. Un doppio concerto per celebrare la diversità e l’inclusione.

Il 19 e 20 Novembre va in scena nel capoluogo nipponico, al Tokyo Garden Theatre, il True Colors Festival – The Concert 2022 (TCF), un evento globale, organizzato dalla Nippon Foundation, che riunirà oltre 90 cantanti, ballerini e musicisti con disabilità provenienti da tutto il mondo in un’esperienza unica di 2 ore che culminerà con uno speciale di Katy Perry.

Katy Perry, superstar del pop globale, salirà sul palco insieme a una incredibile formazione di artisti da tutto il mondo, in un concerto che celebrerà la diversità e il potere della musica di connettere le persone ovunque. “Ciò che mi ha spinto a partecipare al True Colors Festival è stato lo spirito e l’unicità del messaggio del festival e l’opportunità di condividere il palco con tutti questi diversi artisti. Sono entusiasta di tornare a Tokyo per esibirmi in questo evento stimolante”, dice.

Selezionati artisti da tutto il mondo riveleranno, attraverso potenti performance, l’unicità, l’importanza del credere e la verità di One World, One Family. Il pubblico può aspettarsi sorprese, contenuti video originali, momenti di connessione e puro intrattenimento in questa esperienza di concerto multimediale mai vista prima.

Tra gli artisti, spicca l’italiano Federico Martello, originario di San Cipirello, ormai affermato artista a livello internazionale, protagonista nel 2019 dello show televisivo di Canale 5 “All Together Now” e di molti altri show all’estero. Per il cantante un percorso musicale di costante impegno che testimonia come il talento e l’arte possano andare contro ogni barriera.

“Il concerto è stato a lungo posticipato a causa dell’evolversi della pandemia – dice Federico Martello – ma ho sposato sin da subito la causa della Nippon Foundation e del True Colors Festival di sostenere i diritti delle persone con disabilità, che lavorano per creare una società inclusiva che permetta alle persone di tutte le abilità di vivere la propria vita con dignità e di perseguire i propri sogni. Ciò include garantire l’accesso all’istruzione dal livello elementare al livello terziario, affrontare le questioni relative all’occupazione e ai bassi salari e, più recentemente, sostenere i rifugiati con disabilità dall’Ucraina. La vera inclusione delle persone con disabilità non può essere raggiunta fino a quando tutti nella società non adottano una “mentalità inclusiva” l’uno verso l’altro e fino a quando non si comprende che questa è una questione sociale più ampia piuttosto che una questione incentrata solo sulla disabilità. Mi piace ricordare una frase “Non sono le vite straordinarie che rendono le vite speciali, ma è l’aprirsi al mondo”.

Secondo Federico Martello, il TCF rappresenta una grande opportunità d’incontrare vite e persone, esperienze e luoghi, culture e tradizioni che non conosciamo, con la partecipazione di tutti, con o senza disabilità “E’ per me un onore condividere il palco con la grande Katy Perry e con tutti gli altri 20 gruppi di ballerini, cantanti e musicisti, non è una cosa che capita tutti i giorni quindi l’emozione è davvero enorme”.

Un 2022 ricco di soddisfazioni per Federico. Già Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il suo impegno nell’abbattimento delle barriere architettoniche e mentali e per il contributo nella diffusione di questo messaggio in tutti gli angoli del mondo, oltre che per i meriti artistici internazionali, Federico Martello ha ricevuto a Trani il Premio Nazionale Il Giullare 2022 “per aver abbattuto il muro del pregiudizio in prima serata tv, per essere uno strepitoso cantante che si è fatto apprezzare per le sue capacità artistiche al di là della forma e delle apparenze a cui spesso ci si ferma, e per la sua volontà di abbattere ogni barriera”, evento ripreso e trasmesso dal programma di inclusione sociale e disabilità di Rai 3 “O Anche No” ideato e condotto dalla giornalista Paola Severini Melograni.

Federico sarà, per la prima volta, anche attore nella seconda stagione della serie televisiva “Canonico”, una produzione originale di TV2000 del regista Peppe Toia, con protagonista Michele La Ginestra nei panni del parroco Don Michele alle prese con i problemi della vita quotidiana della sua comunità, affrontando diverse tematiche tra le quali le barriere architettoniche, adozione, caregiver, diversità. Per vedere le scene di Federico Martello e tutto il cast non resta che aspettare Marzo 2023 per vedere la seconda stagione di Canonico su TV2000.

Naturalmente Federico prosegue il suo impegno con PEBA Onlus, che organizza spettacoli itineranti per la raccolta fondi da utilizzare nell’ abbattimento delle barriere architettoniche di edifici e spazi pubblici, e per sensibilizzare Istituzioni e opinione pubblica sulla necessita che il nostro Paese diventi più accessibile a tutti, quanto prima. L’ultimo intervento realizzato grazie anche ai fondi raccolti da Peba è stato l’installazione di una rampa all’Istituto professionale Rosa Luxemburg di Milano, per superare i 12 gradini all’ingresso. Prima data confermata dello spettacolo Music & Comedy for Peba Onlus è il 3 Dicembre a Cermenate (CO), in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità.

Potrebbe piacerti anche