statistiche accessi

Bambini costretti ad atti sessuali e ripresi, 3 arresti e 17 denunce a Palermo

Protetti da account fittizi, gli utenti indagati condividevano materiale di sfruttamento sessuale in danno di minori su spazi cloud crittografati

La Polizia Postale di Palermo ha arrestato 3 persone e denunciate 17 per divulgazione, cessione e detenzione d’immagini video e foto che ritraevano bambini in atti sessuali. Sequestrati diverse migliaia di files audio e video.

Protetti da account fittizi, gli utenti indagati condividevano materiale di sfruttamento sessuale in danno di minori su spazi cloud crittografati, utilizzati per eludere le investigazioni e garantire la sicurezza dei dati, scambiando contenuti raccapriccianti attraverso la condivisione di link con immagini e video di abusi su bambini, anche di età inferiore ai 5 anni.

L’indagine, diretta dalla Procura di Palermo, è stata coordinata dal Centro Nazionale che combatte il fenomeno del Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni.

La fase esecutiva delle indagini ha interessato il territorio della Sicilia Occidentale, ovvero quello di Palermo, Agrigento e Trapani e ha coinvolto anche personale dei Compartimenti di Catania e Reggio Calabria, che ha fornito supporto operativo. L’ingente materiale rinvenuto, compreso quello presente negli spazi cloud sequestrati agli indagati nel corso delle perquisizioni, è al vaglio dei magistrati inquirenti e della Polizia Postale, per ulteriori approfondimenti investigativi, anche finalizzati all’identificazione delle piccole vittime.

Rispondi