Rapina ad un bar di Misimeri, arrestato palermitano: caccia ai complici

Sono in corso le indagini per risalire ai complici della rapina in un bar di Misilmeri avvenuta lo scorso febbraio

Avrebbe eseguito una rapina ad un bar di Misilmeri, adesso per lui scatta l’arresto e la misura cautelare degli arresti domiciliari.

È stata la polizia di Stato a eseguire un’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. L’arresto è scattato nei confronti di un palermitano di 36 anni accusato di rapina aggravata in concorso. Il provvedimento è del gip di Termini Imerese.

La rapina risale al 28 febbraio scorso, quando il palermitano insieme ad altri due complici avrebbe commesso una rapina in un bar ristoro a Misilmeri. I due, con la testa coperta da un cappuccio, sono entrati nell’esercizio commerciale e hanno minacciato il titolare portando via circa 800 euro.

Ad attendere i due rapinatori un complice a bordo di una vettura Golf Volkswagen. Gli agenti di polizia grazie al sistema di videosorveglianza sono risaliti al palermitano che è stato arrestato. Sono in corso le indagini per risalire ai complici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.