Una casa per cani abbandonati tra Monreale, la Valle Jato e Piana, identificata l’area

Caputo (FI): “Area baricentrica del Comprensorio. La struttura offrirà un servizio determinante per fronteggiare l’emergenza”

Piana degli Albanesi – “Quello di oggi stabilisce un altro step fondamentale per la realizzazione di un rifugio per randagi con annessa struttura veterinaria che presto sorgerà in territorio Arbëreshë, presso un’area altamente baricentrica rispetto agli altri Comuni coinvolti. Dopo un’attenta analisi dei luoghi proposti dal Primo cittadino di Piana degli Albanesi, abbiamo individuato, in contrada Guadalami, l’area ideale per ospitare l’impianto”. Lo ha dichiarato il Deputato regionale di Forza Italia e componente la Commissione speciale d’inchiesta sul fenomeno del randagismo, Mario Caputo

Caputo ha partecipato al sopralluogo effettuato questa mattina insieme al Sindaco Rosario Petta, agli Assessori Giuseppe Puglia e Pino Carbone, al Presidente del Consiglio comunale Antonino Aclud, al Vicepresidente Renato Lo Jacono, ai progettisti dello studio Officine Tecniche AZ, all’esperto consulente della commissione parlamentare Giovanni Giacobbe e al responsabile del servizio veterinario dell’assessorato regionale alla Salute Pietro Schembri e al dirigente dell’Asp Francesco Francaviglia, i quali hanno positivamente esitato la scelta dell’area.

“La struttura – ha detto il Parlamentare – permetterà ai Comuni di Piana degli Albanesi, Santa Cristina Gela, Corleone, Altofonte, Monreale, San Cipirello e San Giuseppe Jato, di gestire in maniera efficiente le criticità legate al fenomeno del randagismo, fino ad ottenere la risoluzione del fenomeno. Desidero fortemente ringraziare – ha concluso Caputo – il Sindaco Rosario Petta e la sua sua straordinaria squadra di Governo per aver messo a disposizione, in tempi brevi, tutti gli strumenti che hanno garantito una forte accelerata all’attività preliminare che porterà al conseguimento di un altro importantissimo risultato”.

I commenti sono chiusi.