A Piana degli Albanesi il piccolo Matteo La Monica tornerà a vivere nei sorrisi dei bambini

Un'iniziativa di solidarietà che vede l'apertura al pubblico e la dedicazione di una stanza di giochi e di serenità per bambini e famiglie che si trovano a lottare contro le malattie, in memoria del piccolo Matteo La Monica

Sabato 10 Settembre alle ore 10.00 presso i locali di Patret, a Piana degli Albanesi, nel Palermitano, verrà inaugurata la Stanza della Piuma Gialla, in memoria del piccolo Matteo La Monica, scomparso nel febbraio del 2021 dopo aver affrontato una gravissima malattia sempre con il sorriso e la voglia di giocare.

La gioia nella breve vita di Matteo

Proprio a Piana degli Albanesi si concretizzerà un segno della gioia che ha caratterizzato la breve vita di Matteo e che lui stesso ha saputo donare ogni giorno: una stanza speciale, aperte a giovani pazienti e alle famiglie dove poter giocare, divertirsi, trascorrere delle ore liete e gioiose anche se si convive con la malattia e la paura.

La piuma gialla, il simbolo della vita

La Piuma Gialla è il segno con cui il piccolo Matteo ha abbracciato i suoi genitori nella loro nuova casa, pochi giorni prima dell’ultimo saluto, e adesso diventa il segno offerto a tutti i bambini che vorranno semplicemente fare quello che Matteo amava di più, ballare e giocare: impressa sui muri la Piuma Gialla ricorderà ogni giorno che la vita offre sempre motivi e occasioni per vivere pienamente.

L’iniziativa di solidarietà

All’indomani dei funerali del piccolo Matteo è iniziata una raccolta fondi per poter realizzare un progetto – nato dalla volontà di mamma Clara e papà Benedetto e da tanti volontari e donatori – che oggi diventa realtà segnando un primo passo di un percorso ben più ampio e continuo nel tempo grazie anche al contributo dell’associazione Milano 25 OdV, all’impegno della Cooperativa sociale Kleise, braccio operativo della Caritas diocesana dell’Eparchia di Piana degli Albanesi e al contributo del Comune di Piana degli Albanesi che nel mese di maggio scorso ha finanziato il centro diurno per minori e persone con disabilità, affidandolo alla gestione della cooperativa Kleise, realizzato presso l’ex convento cappuccino Te Patret messo a disposizione dall’Eparchia del comune palermitano.

Il centro diurno per i piccoli pazienti oncologici

Il centro diurno aprirà le sue porte anche ai bambini che lottano contro patologie oncologiche e promuoverà la partecipazione di tutti i bambini desiderosi di frequentare l’ambiente del gioco in una logica di vera e autentica inclusività.

A Matteo La Monica sarà intitolato il parco giochi inclusivo che sorgerà nell’area verde accanto alla stanza della Piuma Gialla, imprimendo anche qui un segno forte su come la vita sia, nonostante tutto, un gran bel gioco e che il sorriso è la terapia più efficace contro la tristezza anche quando si affronta il dolore.

In arrivo il Taxi Milano 25

Sempre sabato farà tappa a Piana degli Albanesi un taxi speciale, il Taxi Milano 25, guidato da Zia Caterina, al secolo Caterina Bellandi, una moderna Mary Poppins che gira per le vie di Firenze regalando sogni e sorrisi ai bambini e alle loro famiglie.  Il taxi Milano 25 non è un taxi come gli altri, è un taxi speciale, un veicolo che porta a spasso l’amore e i sorrisi. Sul Taxi spesso salgono i bambini che, diretti all’ospedale Meyer di Firenze, devono lottare contro malattie gravi per cui alcune volte non esiste cura, e che in quel viaggio speciale, su di un taxi colorato, si trasformano in “supereroi”. Tutti i bambini che hanno incontrato zia Caterina hanno il loro particolare “super potere”. Il Taxi con il passare degli anni inizia a viaggiare in tutta Italia arrivando a conoscere il piccolo Matteo che nel taxi si è trasformato in Super Matty Potter, e non poteva di certo mancare la Zia Caterina per l’inaugurazione della Stanza della Piuma Gialla.

I commenti sono chiusi.