Si fingono innamorate e gli prosciugano il conto, due palermitane denunciate

A chiedere aiuto bussando alla porta dei carabinieri è stato il pensionato sessantenne dopo aver capito il raggiro

Due palermitane si sono finte innamorate di un sessantenne impiegato e sono riuscite ad appropriarsi di oltre 20 mila euro. Una quarantaduenne e quarantanovenne, residenti a Palermo sono state denunciate, alla Procura della Repubblica, dai carabinieri. L’accusa è di circonvenzione di persone incapaci, appropriazione indebita.

Stando alle indagini dei Carabinieri, le due palermitane si sarebbero finte sentimentalmente interessate al sessantenne, facendosi consegnare carte di credito e acquistando merce e regali. Dietro potrebbe esserci perfino una storia di sesso e d’incontri, che hanno appunto fatto credere all’uomo d’aver instaurato una relazione sentimentale ma su questo punto le indagini sono riservate.

A chiedere aiuto bussando alla porta dei carabinieri è stato il pensionato sessantenne dopo aver capito il raggiro. Le due palermitane avrebbero fatto numerosi acquisti che pagava l’impiegato, ma anche prelievi in contanti negli sportelli Atm e tramite postagiro, utilizzando il conto corrente del sessantenne. Alla fine però il pensionato ha capito l’inghippo e ha raccontato tutto ai carabinieri.

I militari hanno avviato le indagini e trovato i riscontri a quanto raccontato dalla vittima della truffa. Ammonta a circa 20mila euro la somma spesa dalle due palermitane.

I commenti sono chiusi.