Violenza a Monreale, ragazzina aggredita da branco di altre coetanee

Nel video, si vedono tante ragazzine che aizzano una coetanea a picchiare tirando le i capelli un'altra ragazzina

Sono stati veri e propri momenti di follia a Monreale, in provincia di Palermo, nel corso di una lite tra una banda di ragazzine che si tirano i capelli e si urlano contro. Il video, ormai, è virale sulle chat WhatsApp di parecchi cellulari. Nel video, si vedono tante ragazzine che aizzano una coetanea a picchiare tirando le i capelli un’altra ragazzina. La violenza all’interno dell’Antivilla, il Belvedere, della cittadina normanna.

Nessuna delle giovanissime interviene per sedare la rissa, anzi, c’è chi urla per far sì che la rissa diventi più violenta e per dare mazzate ancora più forti alla ragazzina aggredita. C’è anche chi riprende la scena e poi posta il video sulle chat social, facendo diventare il video virale tra i giovanissimi. Solo dopo qualche istante, la povera ragazzina viene salvata dal branco. Si alza ancora stordita dalla violenza subita.

A Monreale ci si interroga adesso dopo la denuncia della zia della vittima dell’aggressione sui social su come possano accadere queste violenze. I genitori della ragazzina maltrattata sarebbero andati alla caserma dei carabinieri di Monreale ma non avrebbero presentato denuncia.

La zia della ragazza aggredita ha raccontato sui social: «Gira nei telefonini dei nostri figli – racconta – un video dove una ragazzina di dodici anni trascina per i capelli una sua coetanea e in sottofondo si sentono altri ragazzini che incitano la malefica ragazzina a continuare nella violenza. Il tutto avviene durante il pomeriggio in villa. Ma scusatemi cari genitori, avete educato figlie o bestie? La ragazzina vittima di questa violenza è mia nipote. Sono tanto amareggiata per la società dove stanno crescendo i nostri figli». I carabinieri stanno indagando e sarebbero alla ricerca del video.

I commenti sono chiusi.