Biagio Conte al quinto ciclo di chemio, “Continuo a pregare per tutti e per la pace”

Fratel Biagio Conte oggi, 30 agosto, si è recato in ospedale per sotoporsi al ciclo di chemioterapia in day hospital

Biagio Conte continua la sua cura dal male che ha scoperto nelle scorse settimane, è già al quinto ciclo di chemioterapia, intento il missionario laico prega per la pace nel mondo, come fa sapere in una nota.

Negli ingressi delle quattro sedi della Missione di Speranza e Carità di Palermo sono stati posizionati dei cartelli, raffiguranti le bandiere dell’Ucraina e della Russia con una colomba della pace e riportanti la frase “Il buon Dio ci invita a costruire la Pace”.

Fratel Biagio Conte oggi, 30 agosto, si è recato in ospedale per sotoporsi al ciclo di chemioterapia in day hospital. Il fondatore della Missione di Speranza e Carità di Palermo, che accoglie circa 600 persone in difficoltà, ha saputo di avere un tumore al colon. Nonostante il periodo molto duro, Fratel Biagio prega, per ognuno di noi e per il mondo intero. “La Pace prima si deve costruire nel proprio cuore – dice – nella propria città, nel proprio quartiere, nella propria famiglia e con tutti i popoli”.

Poi un messaggio che vuole arrivi a tutti. “Vogliamo e desideriamo la Pace tra la Russia e l’Ucraina. Ma attenzione, chiediamo e pretendiamo al più presto Pace, ma dovremmo prima essere in Pace con noi stessi, con i nostri vicini e lontani”. “Dobbiamo riflettere e comprendere che la guerra non è solo tra Ucraina e Russia, ma da anni tutti i popoli sono in conflitto in ogni città, paese, case e famiglie e in ogni Istituzione, tra le autorità politiche e anche quelle religiose. Bisogna riflettere e comprendere che se desideriamo la Pace prima dobbiamo desiderarla e costruirla nel nostro cuore e nel territorio e nazione a cui apparteniamo e allora sì che arriverà la Pace, nella Russia e nell’Ucraina e nel mondo intero”.

“Il Buon Dio ci invita tutti ad essere costruttori di Pace. E’ chiaro che non dobbiamo essere spettatori giudicanti, – conclude Fratel Biagio – ma veri figli di Dio e cittadini che vivono in Pace con se stessi e con il mondo intero, nostro dovere è operare e pregare affinché regni la vera Pace nel mondo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.