Camion vola da 200metri, muore un uomo: nuova tragedia in Sicilia

A perdere la vita è il conducente del mezzo pesante, Corrado Lipani 61 anni, originario di Mazzarino

Un altro incidente mortale avviene in Sicilia. Lo schianto questa volta è avvenuto tra Cammarata e Santo Stefano Quisquina, nell’Agrigentino. Sono così 7 le persone che hanno perso la vita negli ultimi giorni sull’isola.

Secondo quanto si apprende, un mezzo pesante è finito in una scarpata facendo un volo di circa 200metri. A perdere la vita è il conducente del mezzo pesante, Corrado Lipani 61 anni, originario di Mazzarino. L’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo per causa da accertare e nel tentativo di salvarsi ha aperto lo sportello del mezzo lanciandosi sull’asfalto. Nella caduta però ha battuto violentemente la testa morendo sul colpo.

Si tratta dell’ennesima vittima in Sicilia. Ieri, domenica, 28 agosto, è stata una giornata costellata di tragedia. L’ultima in ordine di tempo riguarda l’incidente nel siracusano, ad Avola. Salvo Bonaccorsi, 60 anni, residente a Cassibile, frazione a sud di Siracusa, la vittima. Lo scooter su cui viaggiava si è scontrato con un’auto. L’uomo e il figlio sono stati sbalzati dalla sella dopo l’impatto ma per il padre non c’è stato nulla da fare.

Sempre ieri a Carini è deceduto il 33enne Roberto Sgroi dopo essere caduto dal suo veicolo a due ruote e aver battuto la testa. Il giovane è morto sul colpo nonostante indossasse il casco. Sempre nel Palermitano, un altro morto lungo la statale Palermo-Agrigento, a Villafrati. Nello scontro tra un’Audi e una moto Honda è morto Rosario Pagano, di 65 anni, di Ventimiglia di Sicilia dopo che, a bordo della sua moto, è stato sbalzato dalla sella.

Sabato ancora sangue sulle strade. A Palermo era morto in via Lanza di Scalea, allo Zen, Andrea Aiello, 29 anni, che percorreva la strada in direzione della città in sella a una moto. Il giovane stava per diventare avvocato.
Sempre il 27 agosto è morto a Villa Sofia, Niko Giarratano, 20 anni, di Trapani, che era rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto in via Manzoni, nel territorio di Erice Casa Santa (TP). Rosario Tornabene ventenne di Cefalù, è morto dopo che è stato investito al kartodromo da una persona che guidava il kart e finito fuori pista. La famiglia ha acconsentito alla donazione degli organi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.