La Sicilia e il Sud Italia accolgono l’ondata di turisti da tutto il mondo

L’estate è nella fase clou del suo periodo e con essa tra poco termineranno anche le tanto ambite vacanze. Quest’anno sono state condizionate dalle pericolose ondate di caldo e gli estremi fenomeni atmosferici che hanno cambiato i piani di molti italiani. Bisogna però sottolineare che le alte temperature di queste settimane, che hanno reso l’estate 2022 la più calda di cui si ha memoria, non hanno fermato i viaggi verso le mete marittime del sud Italia, spingendo sempre più persone a volersi rinfrescare sotto gli ombrelloni e nel mare cristallino.

Al momento le regioni del sud sono prese d’assalto dai turisti, facendo ritornare la situazione nel paese ai livelli del pre-covid, quando l’Italia era ambita da ogni viaggiatore. Tra le tante la Sicilia è sicuramente leader in questo, considerata dai molti come la meta perfetta nella quale fare un bel viaggio ristoratori essendo ricca di paesaggi da vedere, centri culturali e mare invidiato in tutto il mondo. La famosa isola si è preparata al meglio per cercare di accogliere i visitatori, rilanciando l’economia della regione.

Le regioni del sud esultano, si ritorna a livelli pre-pandemici

Dopo tre anni di pandemia duri che hanno visto chiusure e riprese con costanza, la situazione sembra essere ormai migliorata. È iniziata la fase di convivenza con il virus che ha finalmente lasciato liberi le persone di poter vivere e viaggiare. Per fortuna le conseguenze di questa decisione si stanno vivendo, basti pensare che il settore del turismo nel Belpaese è cresciuto in maniera esponenziale, con un boom di stranieri, specialmente americani, che stanno riempendo le città e le coste del Tricolore. 

Fautore del boom il sud e la Sicilia. Nel caso dell’isola Massimo Garaviglia ha affermato che: “ Nel 2019, che è stato l’anno boom, la Sicilia ha avuto 15 milioni di visitatori. Quest’anno penso che arriveremo ancora a 15 milioni, forse anche di più”. Un risultato importante che attesta la qualità dei nostri prodotti e soprattutto la potenza degli investimenti fatti in questo periodo. Infatti, tutto il mondo desidera vedere le bellezze italiane, le città d’arte, le isole e bere del buon vino. Le attività da fare sono molteplici, dal visitare i musei a restare in spiaggia sotto l’ombrellone a giocare con le ultime uscite del mobile games, tra cui ritroviamo anche i casinò. Quest’ultimi sono la tendenza del periodo, cercati da moltissimi utenti e da chi ama giocare con i casinò con soldi veri online.  

Boom di americani, azzeramento russo

Questo boom lo possiamo notare tranquillamente nelle strade delle città e lo stesso Confcommercio rivela come ci sia una forte ripresa del settore. A popolare i nostri luoghi sono gli americani. In questo periodo abbiamo assistito a una forte invasione da parte dei turisti statunitensi, grazie anche al potere d’acquisto del dollaro che è diventato più forte, riportando la situazione ai livelli del 2019 con 4,4 milioni di presenze. Diminuito di molto il turismo asiatico, mentre quasi del tutto azzerato quello russo, complice la guerra in Ucraina che ha isolato la potente nazione, così come la possibilità di far godere ai suoi cittadini delle bellezze del pianeta. Complessivamente, la spesa turistica degli stranieri in Italia per luglio-settembre sarà di 17 miliardi, ritornando così ai valori pre-Covid, con una quota di spesa da parte degli americani di oltre 2,1 miliardi di euro, valore superiore del 20% a quello del 2019.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.