Il Palermitano devastato dai piromani, danni e terrore da Palermo a Monreale a Misilmeri

La provincia di Palermo è andata in fumo nella giornata finora più calda dell’estate 2022. Sono stati innumerevoli gli incendi che hanno sferzato il Palermitano.

I paesi colpiti dai roghi

Una lista innumerevole di roghi quasi tutti di matrice dolosa, alimentati dal vento di scirocco con un ”bollettino’ lunghissimo di interventi per vigili del fuoco e forestali per fare fronte a decine di roghi. I canadair insieme alle squadre antincendio sono interventi a Bolognetta, Montemaggiore Belsito in contrada San Giovanni, a Portella della Ginestra a Piana degli Albanesi. Incendi anche a Piano dell’Occhio, Valle Presti, San Martino delle Scale a Monreale, a monte San Calogero a Caccamo, Belmonte Mezzagno e Calcerame a Montelepre. A Misilmeri ha preso fuoco un serbatoio Gpl. Altri incendi sulla Palermo-Sciacca, nella zona di San Giuseppe Jato e Altofonte. Chiusa per ore la strada a scorrimento veloce Palermo-Sciacca.
A Giacalone è stata necessaria anche l’evacuazione di alcune abitazioni nella zona di Giacalone. Quasta mattina all’alba due Canadair hanno completato le operazioni di spegnimento.

Allarme a Bellolampo

Un incendio è scoppiato anche nella sesta vasca della discarica di Bellolampo di Palermo. “Grazie all’intervento dei vigili del fuoco e i canadair – dicono dalla Rap – la situazione è sotto controllo. I roghi non hanno intaccato l’operatività dell’impianto e anche il Tmb”.Per cercare di contrastare l’incendio sin dalle prime battute è intervenuto il personale della discarica della Rap che ha attivato già da questo pomeriggio tempestivamente le procedure di contenimento e spegnimento delle fiamme.

“Ho personalmente raggiunto il quartiere di Borgo Nuovo dove l’incendio è stato domato e al momento la situazione è tornata sotto controllo, per fortuna non si registrano feriti” ha detto il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla.

Terrore a Borgo Nuovo a Palermo

A causa di un grosso incendio, gli abitanti di Borgo Nuovo avevano abbandonato le proprie abitazioni. Ora le fiamme sono state estinte vi è preoccupazione per le esalazioni. Nella serata di ieri anche il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono ha chiesto ai residenti vicini alla discarica di stare in casa e chiudere gli infissi.

Nuova allerta oggi

La Protezione civile regionale ha appena pubblicato il bollettino n.178 per rischio incendi e ondate di calore, valido dalle 0.00 del 19 agosto e per le successive 24 ore. Rispetto al precedente bollettino, per oggi è prevista una sensibile diminuzione del rischio di ondate di calore, che scende al livello 1 (colore giallo), con una temperatura massima percepita che si attesta sui 35°C. Trend ancora in discesa per dopodomani, 20 agosto, quanto la temperatura massima percepita dovrebbe attestarsi sui 33°C (livello 0). Per quanto riguarda il rischio di incendi, per la giornata di domani nella provincia di Palermo è “media” la pericolosità prevista (livello di “preallerta”, colore arancione).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.