Lacrime al funerale del piccolo palermitano Andrea Mirabile morto a Sharm El Sheikh

L'entrata della piccola bara bianca del bambino è stata avvolta dal silenzio e dalle lacrime

Nella chiesa di San Basilio, a Palermo, il funerale del piccolo Andrea Mirabile, morto in vacanza in Egitto mentre si trovava con i due genitori. Nella chiesa che si trova in via Paruta, nel quartiere Rocca – mezzo Monreale, c’era anche il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, che ha voluto abbracciare  Antonio Mirabile e Rosalia Manosperti, papà e mamma del piccolo palermitano deceduto a Sharm El sheikh.

L’entrata della piccola bara bianca del bambino è stata avvolta dal silenzio e dalle lacrime della folla accorsa nella chiesa di San Basilio per dare l’ultimo saluto al piccolo. Mamma e papà hanno accompagnato il feretro all’altare in lacrime, ancora storditi per quanto avvenuto. Poi si sono seduti davanti alla piccola bara.

Parole di conforto dal sindaco di Palermo che ha abbracciato i due genitori vittime di una così grave perdita avvenuta in un momento che doveva essere di svago e felicità. Parole di conforto anche dal sacerdote che ha officiato il funerale ricordando che il piccolo Andrea non sarà mai dimenticato e raccomandando ai due genitori di dare il massimo dell’amore al bambino che sta per nascere. Rosalia Manosperti è infatti al quarto mese di gravidanza. “Quanti progetti futuri nella vostra mente per Andrea. ‘Perchè? è successo questo?’ Non è la domanda giusta. C’è un’altra prospettiva, il silenzio nell’accoglienza di una parola di conforto. Quante cose ci insegna Andrea qui in mezzo a noi, ha risvegliato in noi la solidarietà – ha detto il parroco Luciano Fricano nel corso dell’omelia – Avevamo altri impegni oggi, eppure siamo qui”.

“Andrea ci sta insegnando che essere solidali è più importanti di fare altro, riempie il cuore. Stamattina Andrea vi sta facendo una richiesta, di metterlo come sigillo nel cuore. Vi sta chiedendo di portarlo sempre con voi. Dovete fare in modo che questo peso che la vita vi ha messo addosso non lo dovrete portare da soli, perchè Gesù vi offre la propria presenza e vi solleva – ha concluso rivolgendosi ai genitori – Avete una gioia del bambino che sta per nascere, non sentitevi in colpa di amare questo nuovo figlio pensando di dimenticare così Andrea. Non chiudetevi nel dolore e non trasmettete a questa nuova creatura sofferenza”.

Una tragedia che resta ancora senza una spiegazione ma che ha provocato lo sgomento di tutti coloro che conoscevano Antonio Mirabile e Rosalia Manosperti. Per oggi, giorno del funerale, il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha proclamato il lutto cittadino. “La famiglia ringrazia tutti coloro che hanno mostrato il loro affetto e la vicinanza con le preghiere e continua a richiedere silenzio e rispetto del proprio dolore”, aveva fatto sapere in nota lo studio legale Giambrone & Partners che seguendo i due coniugi in questa terribile vicenda.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.