statistiche accessi

Hanno rifiutato il lavoro, depennati 2500 percettori del Reddito di cittadinanza siciliani

Il reddito di cittadinanza sta aumentando il fenomeno della carenza di personale

Sono 2500 i percettori di Reddito di cittadinanza siciliani che rischiano di perdere l’assegno mensile. Il motivo? Hanno rifiutato il lavoro proposto.

Accade che in provincia di Ragusa vengono depennate dall’elenco dei percettori del reddito di cittadinanza 2500 beneficiari.
Non hanno accettato l’offerta di lavoro che si era loro presentata. E’ quanto ha detto Giovanni Vindigni, direttore provinciale dell’ufficio del lavoro della provincia.

Quindi, non è detto che molti lavoratori decidano di rinunciare al lavoro per non perdere il beneficio del reddito di cittadinanza, piuttosto capita che, come prevede la legge, chi rinuncia all’ingaggio perde anche il reddito.

Il reddito di cittadinanza sta aumentando il fenomeno della carenza di personale. Soprattutto viene lamentata, oltre che nella ristorazione in generale e nei servizi turistici, anche nel campo agricolo. Un fenomeno piuttosto preoccupamente che è stato analizzato dal Vindigni insieme al presidente di Aasse, Giuseppe Cilio. Manca manodopera agricola.

Tutto il comparto agricolo è in forte difficoltà nel reperire manodopera qualificata da adibire nei vivai, nei centri di condizionamento e nelle aziende agricole in generale. Le aziende che rispettano le regole d’ingaggio mensile secondo quanto previsto dagli accordi contrattuali non riescono a convincere i giovani a tornare a lavorare in agricoltura. Lavoratori stranieri che già avevano acquisito un buon livello di professionalità preferiscono trasferirsi nel nord Europa.

Rispondi