Nuotava con gli amici, poi non respirava più, la tragedia del piccolo Brian Puccio

di Redazione Web
lettura in 1 minuti
Nuotava con gli amici, poi non respirava più, la tragedia del piccolo Brian Puccio

Si chiama Brian Puccio il piccolo morto oggi a Termini Imerese, la famiglia è residente nel quartiere Brancaccio di Palermo. Una tragedia avvenuta nel giro di pochi minuti nel mare nei pressi del molo di Termini.

Secondo le prime ricostruzioni pare che Brian stesse giocando in acqua con altri bambini. Poi qualcuno ha iniziato a urlare. Il bimbo in acqua era a faccia in giù e non respirava. Qualcuno lo ha recuperato in acqua e ha cercato di rianimarlo senza successo. I genitori, insieme ad alcuni parenti, hanno subito preso il bambino e lo hanno portato al pronto soccorso mentre qualcuno dei presenti chiamava il numero d’emergenza. Erano le 14 quando è successa la disgrazia di Termini Imerese.

Alle 15 i sanitari dell’ospedale termitano hanno comunicato la dolorosa notizia: il piccolo non ce l’ha fatta nonostante i disperati tentativi. In ospedale scene di dolore e profonda commozione per il piccolo Brian.

Ora indagano i Carabinieri di Termini Imerese su quanto accaduto. I militari stanno ascoltando i testimoni presenti. La procura ha disposto l’autopsia. Dai primi riscontri si sarebbe trattato di una terribile tragedia.