Dramma nel Palermitano, dipendente comunale si dà fuoco in casa

di Redazione Web
lettura in 1 minuti
Dramma nel Palermitano, dipendente comunale si dà fuoco in casa

Un impiegato comunale si dà fuoco e viene salvato in extremis dai Carabinieri. Una tragedia che si è consumata la scorsa notte a Capaci, in provincia di Palermo.

Un uomo si è dato fuoco all’interno della sua casa ed è stato messo in salvo da un provvidenziale intervento dei Carabinieri della locale stazione. Il 58enne, impiegato comunale, si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco.

La sala operativa dei Carabinieri è stata allertata da un condomino del palazzo per forte odore acre di bruciato. I militari sono subito intervenuti per salvarlo, hanno sfondato la porta, sono entrati nell’appartamento dal quale proveniva quell’odore così penetrante e hanno trovato una persona che si era cosparsa di liquido infiammabile ancora viva, spegnendo le fiamme con una coperta, un salvataggio in extremis che ha scongiurato una tragedia.

Le fiamme non si sono propagate in casa. L’uomo però è rimasto gravemente ustionato. Vista la gravità della situazione, il 58enne è stato trasportato in elisoccorso in codice rosso al Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cannizzaro di Catania.